Crollo del ponte sul Trigno, «si decida il calendario dei lavori»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1104

L'AQUILA. Il capogruppo IdV al Consiglio regionale, Bruno Evangelista, ha presentato nella seduta di ieri mattina una risoluzione urgente riguardante il crollo del ponte sul fiume Treste, avvenuto venerdì scorso lungo la fondovalle del Trigno. «Si decida in fretta il calendario dei lavori». I soldi già ci sono: 3 milioni di euro messi a disposizione dal ministro Di Pietro.
«Fortunatamente», ha ricordato Evangelista, «il cedimento improvviso della struttura non ha causato vittime». Un puro caso, dal momento che l'arteria in questione, ovvero la Statale 650 del comune di Lentella, è un percorso obbligato per migliaia di pendolari che ogni giorno si spostano tra Abruzzo, Molise e Campania.
«Dal primo sopralluogo – ha spiega il capogruppo IdV - è emerso che è necessario un rifacimento dell'intera struttura per poter ripristinare la viabilità». Per il momento il traffico è stata dirottato sulla vecchia strada provinciale di Fresagrandinara, una via che non è adatta alla massiccia viabilità e al traffico pesante che di norma percorreva il tratto della statale crollato «Il ministro delle Infrastrutture, Antonio Di Pietro», ha ricordato il consigliere, collega di partito, «si è dimostrato subito attento all'accaduto» e ha previsto subito lo stanziamento di 3 milioni di euro per la costruzione di un nuovo viadotto, promettendo anche il ripristino della viabilità entro due settimane grazie all'apertura di una bretella provvisoria.
«Se l'intervento del ministro è stato repentino, è altresì necessario, a mio avviso – conclude Evangelista - che anche le strutture regionali si attivino per ripristinare la normalità della fondovalle del Trigno».


27/06/2007 8.53