Diritto allo studio per disabili, "si" del consiglio provinciale

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1093

PESCARA. La proposta di modifica alla legge regionale 78 del 1978 sugli interventi per l’attuazione del diritto allo studio per i disabili è stata approvata, a maggioranza, nella riunione di questa mattina dell’assemblea presieduta da Filippo Pasquali.
Il provvedimento, simile a quello che verrà discusso dalle assemblee delle altre Province abruzzesi, porterà, come ha spiegato in aula Paolo Campea, dirigente del settore Politiche sociali, «una copertura più capillare sul territorio dei servizi di trasporto da casa a scuola, una maggiore certezza del finanziamento che sarà spostato dal precedente equilibrio di 50 per cento a carico della Regione e il restante a spese delle Province ad un valore che si aggirerà intorno al 90 per cento a carico della Regione e 10 a spese delle amministrazioni provinciali».
Si tratta di un provvedimento, ha sottolineato Mauro Di Zio, delegato alla Tutela sociale del cittadino della giunta De Dominicis, «di garantire ai diversamente abili le stesse possibilità di studio degli altri ragazzi. Vincenzo Berghella, capogruppo di Forza Italia s'è astenuto».
«Portare la raccolta differenziata al 40 per cento entro il 2009, passando anche attraverso la realizzazione di un impianto di compostaggio in cui poter trattare la parte organica che rappresenta il 35 per cento della composizione dei rifiuti solidi iurbani, aver rimosso i rifiuti presenti in 13 delle 25 discariche abusive rinvenute dalla Forestale nel Pescarese e aver bonificato 150mila chili di sostanze di scarico in tratti fluviali ricadenti in altri sette Comuni».
Queste, in sintesi, le risposte fornite da Sante Di Paolo, assessore all'Ambiente, all'interrogazione presentata da Nicola Ricotta, Mario Lattanzio e Leandro Verzulli, di Alleanza nazionale, sullo stato di attuazione del piano provinciale di gestione dei rifiuti e sul piano di intervento contro le discariche abusive.
E' stata poi approvata, sempre a maggioranza, la ratifica di variazione di bilancio necessaria per consentire all'ente interventi di varia natura. Berghella, Fabrizio Rapposelli, capogruppo di Pescara Futura, Lattanzio e Ricotta hanno votato contro. E' stato, infine, dato il via libera agli altri punti presenti all'ordine del giorno: il regolamento per esami per il conseguimento dell'attestato di idoneità professionale all'esercizio dell'attività di autotrasporto di merci e di viaggiatori per conto terzi e quello per l'organizzazione e lo svolgimento degli esami per il conseguimento dell'idoneità professionale per l'esercizio dell'attività di consulenza per la circolazione dei mezzi di trasporto. Anche in questo caso Berghella s'è astenuto.
26/06/2007