Costi della politica, fino al 13 settembre la raccolta firme per il referendum

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3899

ABRUZZO. Se il consiglio regionale non vuole proprio farlo, adesso a cancellare super indennità, vitalizi e quant'altro di consiglieri e assessori ci dovranno pensare i cittadini. Partirà infatti il 2 luglio la raccolta delle firme per richiedere i 4 referendum abrogativi sui costi della politica. ECCO COSA GLI ABRUZZESI POTREBBERO CAMBIARE
L'11 giungo scorso il comitato promotore, diretto dall'ex parlamentare Pio Rapagnà, ha depositato i moduli per la raccolta delle firme per la vidimazione da parte dei funzionari della Regione: sono stati consegnati 2mila moduli per l'abrogazione delle indennità dei consiglieri e assessori regionali;2mila moduli per l'abrogazione del trattamento aggiuntivo di carica dei consiglieri e assessori regionali; 2 mila moduli per l'abrogazione del vitalizio dei consiglieri regionali cessati dal mandato; e altri 2 mila per la decadenza degli organi di vertice degli Enti strumentali della Regione Abruzzo e delle relative indennità di carica.
I moduli, vidimati, verranno poi riconsegnati al Comitato promotore nella giornata stessa della data di vidimazione del 28 Giugno e saranno immediatamente inviati ai segretari comunali degli oltre 300 Comuni della Regione Abruzzo, agli studi notarili, ai cancellieri di Tribunale e di Pretura, ai giudici di Pace, al fine di consentire l'inizio effettivo della raccolta delle firme da parte dei pubblici ufficiali, ci si augura, a partire dal 2 luglio.

14/06/2007 9.06


SI VOTA FINO AL 13 SETTEMBRE

Sarà possibile votare per i referendum fino al prossimo 13 settembre. In alcuni Comuni, come quello di Pescara, si può firmare anche di pomeriggio, dalle ore 16.00 alle ore 18.00, mentre per il mattino bisogna rispettare l'orario di ufficio dalle ore 8.30 alle ore 13.30.


I Cittadini abruzzesi, già elettori per la Camera dei Deputati, possono recarsi a firmare, muniti di un documento di riconoscimento, presso i seguenti recapiti:

* tutte le mattine, in orario di Ufficio: dalle ore 8.30 alle ore 13.30
* dal Segretario Comunale;
* dal Cancelliere del Tribunale;
* dal Cancelliere della Pretura;
* dal Cancelliere del Giudice di pace;
* dal Giudice di pace

* per chi ha impegni improrogabili di lavoro, si può recare dal Notaio della propria zona, anche in orario diverso e anche di pomeriggio, verificando e rispettando in ogni caso la disponibilità dello Studio Notarile.
10/07/2007 8.58

I 4 QUESITI


Continua la raccolta firme per chiedere l'indizione di un Referendum abrogativo sui costi della politica regionale.
Ecco i quattro quesiti

Comitato promotore, con i 4 Referendum, chiede ai Cittadini abruzzesi di abolire:
1. TRATTAMENTI AGGIUNTIVI DI CARICA di consiglieri regionali,
presidenti di Consiglio, di Giunta, di Commissioni, di Gruppi consiliari e degli assessori regionali interni ed esterni. Quesito:
«Volete che sia abrogata la Legge Regionale "Determinazione delle indennità e relativi titoli a favore dei Consiglieri Regionali" n. 22 del 30.5.1973 e successive modificazioni ed integrazioni recante "Determinazione delle indennità e relativi titoli a favore dei Consiglieri regionali", limitatamente alle seguenti parti: art. 1, comma 1; art. 3; art. 7; art. 8 e art. 9?»;
2. ASSEGNO VITALIZIO dei consiglieri cessati dal mandato, di
reversibilità e di fine attività dei Consiglieri Regionali. Quesito:
«Volete che sia abrogata la Legge Regionale "Nuove norme sulla previdenza e sul fondo di solidarietà a favore dei Consiglieri della Regione Abruzzo" n. 41 del 7.11.1973 e successive modificazioni ed integrazioni?»
3. ORGANI DI VERTICE, i consigli di amministrazione degli Enti
strumentali di nomina politica e le rispettive indennità di carica.
Quesito: «Volete che sia abrogata la Legge Regionale n. 27 del
12.8.2005 recante "Nuove norme sulle nomine di competenza degli Organi di direzione politica della Regione Abruzzo", limitatamente alle seguenti parti...?» (seguono gli articoli, i commi e le parole da abrogare);
4. INDENNITA'di consiglieri regionali, presidenti di Consiglio,
di giunta, di commissioni, di gruppi consiliari e degli assessori regionali interni ed esterni. Quesito: «Volete che sia abrogata abrogata la Legge Regionale "Determinazione delle indennità e relativi titoli a favore dei Consiglieri Regionali" n. 22, del 30.5.1973, nel testo risultante per effetto di modificazioni ed integrazioni successive?».


17/07/2007 9.18