La mozione in Provincia: «una risposta concreta all'usura»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1677

CHIETI. La Provincia deve istituire una delega per le politiche di lotta all'usura nell'ambito dell'assessorato alle politiche sociali predisponendo un organico pacchetto di interventi e di misure per contrastare tale fenomeno. E' quanto chiede con una mozione il gruppo consiliare di Alleanza Nazionale, primo firmatario il consigliere Filippo Andreacola.
Secondo An le iniziative dovranno comprendere un'attività di prevenzione istituendo, ad esempio, una giornata provinciale per la lotta all'usura, aprendo uno sportello informativo per il pubblico negli uffici del settore attività produttive, realizzando in ciascun Istituto di istruzione media superiore aderente al progetto un info point antiusura gestito dagli studenti, inserendo nel sito internet della Provincia un link dedicato alle iniziative o creando nell'ambito degli spazi della biblioteca "De Meis" uno specifico settore destinato all'editoria ed ai supporti multimediali che trattano delle problematiche del fenomeno.
La mozione propone inoltre attività di coordinamento con altri enti e associazioni creando uno sportello antiracket ed antiusura in collaborazione con la Prefettura, la Camera di commercio e le più rappresentative associazioni dei consumatori, l'attivazione di un numero verde provinciale, la costituzione di un Fondo provinciale, parallelo con quello nazionale istituto dalla legge 7 marzo 1996 nr.
108, destinato a quelle vittime che fornendo la "notitia criminis"
permetteranno di interrompere il particolare quanto perverso circuito, la costituzione di un Fondo dedicato al sostegno del credito al consumo attraverso una convenzione tra Provincia, Camera di commercio e i primari Istituti di credito, la fruizione in concorso con l'Ordine provinciale degli Avvocati dell'istituto del gratuito patrocinio per i cittadini che denunceranno di essere vittime di comportamenti usurari sia economici che di prestazione. La mozione infine prevede un'attività di sostegno alla ricerca e sulle condizioni dei mercati del credito e del debito nella Regione Abruzzo ed in Provincia di Chieti in particolare, e la collaborazione con la Facoltà di Scienze sociologiche per approfondire il versante della conoscenza delle motivazioni ontologiche e soggettive e dei gruppi che sono alla base del problema usura. Mentre la collaborazione della Facoltà di economia consentirà di approfondire gli aspetti più squisitamente economici e monetaristi nonché le dinamiche interattive tra la domanda e l'offerta.

23/05/2007 10.02