Consulenze: «il Comune nomina un avvocato impegnato contro l'amministrazione»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1687

PESCARA. Una consulenza esterna del Comune di Pescara finita in una interrogazione consiliare. La firma è quella di Marcello Antonelli che chiede se l'amministrazione ha autorizzato il dirigente del Settore Programmazione del Territorio al conferimento dell'incarico.

PESCARA. Una consulenza esterna del Comune di Pescara finita in una interrogazione consiliare. La firma è quella di Marcello Antonelli che chiede se l'amministrazione ha autorizzato il dirigente del Settore Programmazione del Territorio al conferimento dell'incarico.

«Appare evidente», scrive Antonelli, «l'assoluta inopportunità formale e sostanziale di conferire un incarico di consulenza ad un professionista già impegnato contro l'amministrazione comunale nelle medesime attività per le quali dovrebbe fornire supporto legale alla struttura dell'ente» Eppure con un atto datato 18 maggio 2007 il dirigente del Settore Programmazione del Territorio ha conferito un incarico di consulenza legale all'avvocato Stefano Civitarese Matteucci per le attività di supporto all'Area Urbanistica tra le quali «variante di salvaguardia del P.R.G.». Lo stesso professionista aveva già ricevuto analoghi incarichi di consulenza tra il 2003 e il 2004 e tra il 2005 e il 2006.
«Civitarese», ricorda Antonelli, «ha elaborato un parere pro-veritate sulla osservazione alla variante del PRG definita " variante delle invarianti", presentata dall'ingegner Nicola Di Mascio ( meglio conosciuta come "osservazione De Cecco" e , come si ricorderà, "stranamente", scomparsa dal fascicolo dell'osservazione fino al momento della discussione in Consiglio Comunale nell'ottobre del 2006), rispetto al parere di non accoglibilità emesso dal Settore Programmazione del Territorio ( lo stesso per cui il professionista in questione aveva svolto incarichi di consulenza)».
«Non risultano», continua il consigliere, «essere stati adottati, allo stato attuale, atti della Giunta per il conferimento del nuovo incarico nè risulta che il professionista abbia attestato l'inesistenza di motivi di incompatibilità o di esclusione dall'incarico stabiliti da disposizioni legislative, regolamentari o deontologiche».


23/05/2007 9.51

[url=http://www.primadanoi.it/search.php?query=albergo+cecco&mid=6&action=showall&andor=AND]TUTTI GLI ARTICOLI SULLA QUESTIONE DELL'ALBERGO DE CECCO[/url]