Nuova interrogazione di Fi: Pastore ora si attacca al gas

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

981

PESCARA. Ennesima interrogazione parlamentare del senatore di Forza Italia. Questa volta a finire nel mirino dell'agguerrito forzista l'affidamento alla Pescara Gas spa della gestione dei servizi di gestione delle reti ed impianti di pubblica illuminazione e semaforica.
L'affidamento secondo il senatore sarebbe «illegittimo ed irregolare» e così è partita l'interrogazione al Ministro dello Sviluppo Economico, Bersani.
Pastore segnala al ministro che lo Statuto della "Pescara Gas" nel proprio oggetto sociale non comprenda siffatte attività ma si limiti a dichiarare che la società si occupa esclusivamente di servizi relativi alla distribuzione del gas. Pertanto, si precisa nell'interrogazione, le delibere per l'affidamento in questione appaiono un favore diretto ad una società priva dei necessari requisiti e quindi illegittime.
Il senatore chiede a Bersani se è a conoscenza di questo e se forse non sarebbe il caso di segnalare la vicenda in esame «all'autorità per l'energia elettrica e il gas perchè si svolgano le verifiche del caso, non solo in merito al profilo da ultimo segnalato ma anche per accertare, ove l'affidamento si considerasse legittimo, che esiste separazione amministrativa, contabile e funzionale tra le varie attività in essere».
«Dall'acqua al cemento, passando per l'Università», commenta il senatore, «c'era un settore sul quale il sindaco D'Alfonso sembrava non aver ancora posato la propria attenzione. Ma la lacuna, fortunatamente, è stata colmata da alcune settimane».

16/05/2007 10.52