«I Ds si sono rinnovati: donne e giovani nella nuova segreteria provinciale»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1520

PESCARA. «Forte rinnovamento» alla guida della Federazione provinciale dei Ds di Pescara. La Direzione provinciale (il «parlamentino» della Quercia), riunita nei giorni scorsi, ha infatti accolto la proposta avanzata dal segretario Antonio Castricone, di varare una segreteria (l'organismo esecutivo del partito) all'insegna dell'innovazione, aprendo all'impegno ed all'assunzione di responsabilità di donne e giovani provenienti da piccoli centri, dall'area urbana, dalle periferie.
Nella segreteria entrano per funzioni Francesca Ciafardini, coordinatrice provinciale delle Donne Ds, e il segretario della Sinistra Giovanile Marco Rapino. Con loro ci saranno altre donne e altri giovani: la consigliera provinciale e già segretaria della sezione «Nilde Iotti» del quartiere 3 di Pescara Marinella Sclocco, Cinzia Trabucco, segretaria della sezione Ds di Bussi e consigliera comunale, la segretaria dei Ds di Cepagatti ed esponente della mozione Angius Angela Farinaccia, Roberta Franchi di Città Sant'Angelo. E ancora Marco Savini dei Ds di Montesilvano, il capogruppo della Quercia a Torre de' Passeri e dirigente della Sinistra Giovanile Marco Di Nicolantonio, l'ex responsabile organizzativo della Federazione, ora coordinatore della mozione Angius, Davide Patriarca. La Direzione ha poi confermato nella carica di tesoriere Emilio Marzetti.
«Questa segreteria, rinnovata anche sotto un profilo generazionale, rappresenta l'entusiasmo nel nostro partito in questa fase» ha spiegato il segretario provinciale Antonio Castricone, che questa mattina ha presentato alla stampa il nuovo gruppo dirigente, «ci attendono mesi di grande impegno e ho scelto di percorrere la strada assieme ad un gruppo dirigente nuovo, fortemente rinnovato, composto per metà da donne, con un'età media bassa, che include anche i compagni e le compagne della mozione Angius e che è pronta ad ascoltare i compagni della mozione Mussi, che stanno vivendo una fase di profonda riflessione. Avevo preso questo impegno nel congresso che mi ha eletto e l'ho rispettato. Ora lavoreremo con energia per il cantiere del Pd e per la realizzazione di un programma fortemente innovativo, e per questo abbiamo insediato due gruppi di lavoro che si sono già messi all'opera».

15/05/2007 17.03