«Nel sistema economico abruzzese le donne contano ancora poco»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1821


ABRUZZO. E' forte il divario di presenze di lavoratori maschi e femmine. In Abruzzo sono in cerca di occupazione in regione 14.000 uomini (4,6% della forza lavoro) e 28.000 donne (14,6% della forza lavoro). Le persone che non lavorano, con età da 15 anni in su sono 627.000 di cui 389.000 donne e 238.000 uomini. Dai dati Istat si rileva inoltre che lavorano 301.000 uomini e che solo 191.000 sono le donne pienamente attive.
Questi sono i dati che ieri ha presentato il Coordinamento Regionale delle Donne della Cisl, presieduto dalla responsabile regionale Rosaria Bucci , alla presenza della responsabile nazionale Anna Maria Parente e del segretario generale della Cisl Abruzzo Maurizio Spina.
Quello che emerge è una situazione che tiene le donne «ai margini del mondo del lavoro». I posti disponibili negli asili nido, sono solo il 4,1 ogni cento bambini nella fascia dagli 0 ai due anni (le media italiana si attesta sul 7,4%). Le cose non vanno meglio per le scuole: le scuole materne sono sempre più accentrate, poche sono le istituzioni scolastiche che applicano l'orario prolungato, mentre solo il 10% dei bambini abruzzesi riesce ad essere seguito dai servizi diurni pomeridiani e quindi non resta che stare a casa con i piccoli eredi.
Per il Coordinamento regionale Donne Cisl bisogna «adottare politiche fiscali che incentivino la famiglia come nucleo vitale della società. Non è solo da auspicare una maggiore presenza di donne nel mondo del lavoro ma contemporaneamente rivendicarne i diritti personali e sociali». Il Coordinamento Regionale donne Cisl dell'Abruzzo lavorerà affinché «le politiche attive del lavoro vengano sempre più conformate al rispetto delle pari opportunità agevolando sempre più gli strumenti di tutela della maternità e paternità e venga progettato un piano regionale organico di sviluppo dei servizi socio-educativi-assistenziali che coprano "organicamente e capillarmente" l'intero territorio abruzzese».
14/04/2007 12.22