Montesilvano, Marco Savini (Ds): «Non mi ricandido»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3864


MONTESILVANO. «Dopo una riflessione durata alcune settimane, ho maturato l'idea di non ricandidarmi alle elezioni comunali». Lo afferma Marco Savini, Ds, già vicesindaco di Montesilvano. «Il centrosinistra» afferma Savini «ha bisogno di un progetto innovatore e all'insegna della discontinuità per ritrovare la fiducia degli elettori. E faccio questo passo indietro pur sapendo di non essere io il problema del centrosinistra, ma nella consapevolezza che questo gesto può aiutare la coalizione a presentare alla città un progetto nuovo. Avendo poi avuto un ruolo di responsabilità nell'amministrazione, credo di avere il diritto di essere giudicato in base ai risultati amministrativi e non alla cronaca giudiziaria. Un giudizio autentico sui fatti, e non "misto"».
«La mia passione politica» aggiunge Savini «certo non è scomparsa né scomparirà nei prossimi mesi. Mi metterò a disposizione per ruoli di altra natura, con il mio partito e con l'Unione, dove possa proseguire il mio impegno civile in posizioni diverse rispetto al recente passato».

RISULTATI DEFINITIVI DEI CONGRESSI DS

Si sono conclusi in questi giorni i congressi delle sezioni dei Democratici di Sinistra nelle cinque federazioni abruzzesi.
Sono state 247 le sezioni abruzzesi in cui 8801 iscritti, sui 15429 aventi diritto, hanno partecipato al voto, esprimendosi sulla scelta del Partito democratico e sulle candidature a Segretario nazionale dei Ds. La percentuale di votanti è stata quindi del 57%, con un aumento di 13 punti rispetto al precedente congresso.
Ha prevalso la mozione Fassino “Per il Partito democratico”, con 5534 voti pari al 62,88%, mentre la mozione Mussi “A Sinistra. Per il Socialismo europeo” ha riportato 1875 voti (21,30%), e la mozione “Per un Partito Nuovo, democratico e socialista”, primi firmatari Angius e Zani, 1395 voti (15,85%).
Nel prossimo fine settimana si svolgeranno i congressi delle Federazioni di Avezzano, Chieti, Pescara e Teramo, mentre il Congresso della Federazione aquilana si è già svolto domenica 25, confermando a segretario con un'amplissima maggioranza Piero Di Stefano.
Il 14 e 15 aprile a Montesilvano c/o il Grand Hotel Adriatico si svolgerà il Congresso Regionale.

FRATTURA NEI DS

Non si placano le lacerazioni che si stanno producendo in questi giorni all'interno dei Ds in merito alle votazioni delle diverse mozioni. Ancora una volta è Gianni Melilla a sostenere che qualcosa non sia andato per il verso giusto e sottolineando le particolarità della nostra regione.
«Il 38 per cento degli iscritti ai Ds non condivide, in Abruzzo, la proposta Fassino di costituire il Partito democratico» ha detto il consigliere regionale e presidente del Consiglio comunale di Pescara, «in Abruzzo la mozione Mussi col 22 per cento ha la più alta percentuale tra le Regioni italiane, e quella di Angius il 16. Probabilmente - sostiene Melilla - la mozione Fassino ha in Abruzzo, col 62 per cento, la percentuale più bassa d'Italia mentre a livello nazionale essa raggiunge il 76 per cento dei consensi. Si tratta - conclude Melilla - di un risultato che conferma le ragioni della nostra contrarietà alla proposta di liquidazione del più importante partito della sinistra nell'ambito del partito del socialismo europeo».

27/03/2007 16.45