Presunto rimpasto al Comune, ma Ricci smentisce

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1089


CHIETI. Rimpasto a Chieti? Il sindaco Francesco Ricci è categorico e sgombera il campo da ogni annuncio «infondato», come lo chiama lui e stamattina diffonde un comunicato stampa: «in merito all'articolo apparso questa mattina su un quotidiano locale, nel sottolineare l'infondatezza di tale notizia , esprimo piena fiducia nei confronti di tutti gli assessori della mia Giunta Comunale».
Il sindaco assicura che con tutto il suo staff «prosegue il lavoro in piena armonia secondo gli indirizzi indicati nel programma elettorale».
Ma l'atmosfera a Palazzo d'Achille è tesa e la giunta è sottoposta a numerose pressioni e non solo esterne.
Nessuna aria di crisi, quindi, a quanto afferma il primo cittadino che parla anche di «una ipotesi di rimpasto prematura» anche se poi è pronto a dire: «resta inteso che, a quasi metà del mandato elettorale, sia doveroso procedere ad un'analisi seria dell'azione amministrativa che , comunque , non potrà prescindere dal coinvolgimento degli stessi partiti che sostengono l'attuale maggioranza».
Che stia mettendo le mani avanti? Tutto sembrerebbe dunque rinviato alla verifica di metà mandato quando allora forse i tempi saranno maturi…

«GRIFONE (RC) NON SI TOCCA»

Eppure dalle chiacchiere da bar ai titoloni sui giornali locali le voci vorrebbero un "rimpastino" che coinvolgerebbe l'assessore di Rifondazione Comunista, Aldo Grifone.
«Al di là delle smentite, che pure arriveranno», sottolinea il coordinatore cittadino del partito, «è bene chiarire che l'assessore non si tocca e che semplici operazioni di maquillage non ci potranno vedere consenzienti».
Il coordinamento cittadino proporrà, nei prossimi giorni, all'assemblea unitaria dei Circoli teatini del partito l'elaborazione di «una ipotesi di percorso da sottoporre al sindaco Ricci e alle forze politiche della coalizione che amministra Chieti».
In primo luogo, Rifondazione Comunista si farà promotrice «di tre grandi assemblee pubbliche sui vuoti urbani e sviluppo della città, energia e rifiuti e cultura e progetto».
23/03/2007 11.33