La Provincia dell'Aquila continua a pagare due ex assessori

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1125

L'AQUILA. A tutt'oggi non sarebbero ancora arrivate le dimissioni di Oreste Cambise (Finanza e Personale) e Ermanno Giorgi (Lavoro e Occupazione), della Margherita «assenti», spiega la Provincia, «da quindici giorni dalle attività amministrative».
Così la presidente Pezzopane ha chiesto di «fare chiarezza sulla loro posizione in Giunta» visto che a tutt'oggi non risulterebbero dimissioni ufficiali.
«Queste per legge», spiega la Provincia, «devono essere consegnate per iscritto alla presidenza, unico organo deputato a riceverle».
Ma fino ad oggi sarebbe arrivata «solo una dichiarazione in cui si afferma di aver rimesso nelle mani del partito il mandato».
Ma questo non basta per considerare dimessi gli assessori e neppure per «interrompere la maturazione delle indennità che per l'ente erogante continuano a decorrere obbligatoriamente».
La maggioranza ha inoltre deciso di confermare «valore agli accordi di inizio legislatura che disponevano di assegnare la presidenza del Consiglio Provinciale e due assessorati alla Margherita, due assessorati ai Ds, uno all'Udeur, uno a Rc e allo Sdi, uno alla "lista per la Presidente"
«Da parte di tutti», si legge nella nota della Provincia, «è emersa la volontà di non interrompere il percorso intrapreso di buon governo e si sono stigmatizzate le cadute di stile degli ultimi giorni estranee agli obiettivi di lavoro e al clima di collaborazione che vige nell'ente».

15/03/2007 12.00