«La Provincia con la presidente donna non ha la commissione pari opportunità»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

868

L’AQUILA. «Sono passati oramai più di due anni da quando Stefania Pezzopane è stata eletta Presidente della Provincia di L’Aquila e della Commissione Pari opportunità provinciale non vi è alcuna traccia». E’ quanto affermano Carla Mannetti, Adele Asci ed Ersila Lancia, rispettivamente Presidente e componenti del Direttivo del Circolo di Alleanza nazionale Progetto L’Aquila.
La Commissione Pari opportunità era stata istituita per la prima volta nel 1998 grazie all'impegno di Carla Mannetti, Rosa Giammarco e Maria Pollicelli, all'epoca Consigliere provinciali.
Con la presidenza Pezzopane tutto il lavoro portato avanti fino al 2004 è stato vanificato.
«L'atteggiamento della Pezzopane è sconcertante, soprattutto se si tiene conto che nel programma di governo della Provincia di L'Aquila 2004-2009 la stessa Presidente dedicava un apposito paragrafo al “Valore delle pari opportunità. La forza delle donne” dove venivano esplicitamente indicate le priorità per la prima fase del mandato amministrativo: nomina della Consigliera di parità, istituzione (peraltro già esistente) della commissione per la pari opportunità ed avvio del progetto la forza delle donne».
«A distanza di anni il quadro è veramente desolante», sostengono le esponenti di An, «la Consigliera di parità è stata nominata da alcuni mesi direttamente dal Ministero poichè la Provincia non aveva attivato l'iter amministrativo consentendo così la surroga da parte degli organi centrali; della commissione pari opportunità, congelata in attesa delle modifiche statutarie e regolamentari, non è traccia. E' alquanto strano che un presidente donna, per di più espressione di un partito che da anni sbandiera la necessità di una politica al femminile, abbia di fatto congelato un organo che sicuramente può fornire un valido supporto all'amministrazione provinciale».


02/02/2007 13.34