A primavera elezione del consigliere comunale straniero

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

946

L’AQUILA. A primavera, contestualmente con le amministrative per il rinnovo degli organismi comunali dell’Aquila, si terranno anche le elezioni per il consigliere comunale straniero.
A tal proposito, l'assessore ai Servizi demografici, Bruno Pettinicchio, ricorda che possono votare tutti i cittadini maggiorenni non appartenenti a Paesi dell'Unione Europea, che siano residenti nel territorio comunale dell'Aquila da almeno un anno e che abbiano un regolare permesso di soggiorno. Al contrario, non sono ammessi al voto i cittadini degli Stati dell'Ue, gli apolidi e coloro che hanno una doppia cittadinanza.
I cittadini comunitari che non sono già iscritti nell'apposito elenco – istituito due anni fa – dovranno compilare una domanda, recandosi personalmente all'ufficio elettorale del Comune (in via Roma, palazzo Del Tosto) con un documento di identità e una copia del permesso di soggiorno che abbiano validità. Tale operazione dovrà essere effettuata improrogabilmente entro il 31 gennaio. Chi si è già iscritto a suo tempo, non avrà necessità di rinnovare tale iscrizione.
Quella della prossima primavera sarà la seconda votazione per il consigliere comunale straniero, figura prevista dall'articolo 21 dello Statuto del Comune quale rappresentante delle comunità residenti nel capoluogo e provenienti da Nazioni che non fanno parte dell'Unione europea. E' dotato di tutti i poteri e le funzioni degli altri consiglieri, ad eccezione del diritto di voto in aula.
La prima consultazione è avvenuta il 3 aprile 2005, con l'elezione di Mustafà Njaka Cornelius, attualmente in carica.
09/01/2007 11.31