L’Aquila. Turismo "d’autore" con Celestino e Francesco

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1234

L’AQUILA. Celestino e S.Francesco insieme, testimonials del turismo religioso, e non solo, nelle province di L’Aquila e Rieti. L’idea è stata lanciata dall’Assessore provinciale Celso Cioni, durante un cordiale incontro avuto ieri, nella sede della Provincia dell’Aquila.
La delegazione ricevuta insieme al consigliere provinciale Gabriele Perilli, era composta dal direttore dell'APT(Azienda Promozione Turismo) di Rieti Diego Di Paolo, Biba Giacchetti della nota agenzia Sud Est 57, centro progetti per la fotografia d'autore, l'editoria e la comunicazione, da uno dei Massimi Esponenti universali della fotografia, il fotoreporter Steven McCurry, autore della celebre immagine, del National Geografic, della ragazzina afgana dagli occhi verdi, considerata l'icona più famosa della fotografia moderna, e dallo scrittore Antonio Grano, che ha realizzato diverse pubblicazioni storiche su Celestino V.
La delegazione rietina ha portato la proposta di realizzare un libro fotografico e una mostra a firma di McCurry, con foto da raccogliere durante la Perdonanza e nei luoghi di Pietro del Morrone, fra L'Aquila e Sulmona, con testi di Antonio Grano. Il progetto è stato già sviluppato con grandi risultati sulla figura di S. Francesco e i luoghi in cui ha vissuto a Greccio.
Il volume realizzato verrà distribuito in tutte le sedi Enit del mondo, in tutte le sedi dell'Istituto di Cultura d'Italia e presso tutti i maggiori tour operator. Questa campagna divulgativa svilupperà 2.800.000 contatti presso un target turistico mirato e dedicato.
L'Assessore Cioni, dicendosi interessato alla pubblicazione e alla mostra, ha rilanciato con una ulteriore proposta: quella di «sfruttare le similitudini tra le due figure spirituali, tra l'altro quasi coeve, per un piano turistico congiunto, in modo da creare un'osmosi di visitatori tra le due mete spirituali».
In concreto si tratterebbe di stilare un protocollo di alleanza strategica tra le due località e le relative amministrazioni per la promozione di percorsi che, ricalcando le tracce dei due santi, portino alla scoperta di paesaggi e realtà di vivida spiritualità e bellezza.

28/11/2006 13.52