Aumento delle spese: è battaglia per il bilancio regionale di previsione 2007

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

963




L'AQUILA. Si sono appena conclusi con un nulla di fatto i lavori della I commissione consiliare convocata in seduta straordinaria per discutere del bilancio di previsione del Consiglio Regionale per l'esercizio finanziario 2007.
«Il Presidente del Consiglio Marino Roselli è stato chiamato direttamente in causa per dare spiegazioni sulle cifre del bilancio di previsione 2007- ha dichiarato il Presidente del Gruppo consiliare di Alleanza Nazionale Alfredo Castiglione – ma la sua performance è stata sconcertante, infatti lo stesso non ha saputo fornire spiegazioni sulle cifre riportate nel documento contabile».
E' così il Presidente del Consiglio ha chiamato, per avere un supporto tecnico, il suo Direttore regionale D'Urbano.
«Entrambi non hanno saputo rispondere ai legittimi quesiti avanzati da me», ha spiegato ancora il consigliere regionale Castiglione.
Gli interrogativi posti dal capogruppo di Alleanza nazionale sono relativi all'aumento di oltre due milioni di euro rispetto al bilancio di previsione 2006, nel dettaglio l'aumento:
- di circa 1 milione e mezzo di euro per la gestione del personale;
- di 400mila euro per attività connessa al controllo;
- di 556 mila euro per attività di supporto alla rappresentanza ;
- di 600mila circa per amministrazione generale che passa dai 2.737.004 del 2006 ai 3.345.000 del 2007 .

«Chiederò l'audizione in Commissione dei sindacati e delle RSU, che da quanto mi risulta non sono stati ancora sentiti. - ha dichiarato Castiglione- Il Consiglio regionale deve concertare i contenuti di un bilancio che comporta notevoli aumenti soprattutto sulle voci relative al personale».
La commissione, nel frattempo, è stata aggiornata per domani alle 11.00
«Oggi leggiamo sulla stampa l'intervento dell'Assessore D'Amico che giustifica l'aumento della pressione fiscale in Abruzzo per non ridurre la spesa- conclude Casigliane- ma gli abruzzesi hanno il diritto di sapere quali sono le spese che l'attuale maggioranza di centro sinistra intende affrontare nel 2007, per quanto riguarda il bilancio di previsione del consiglio le premesse sono alquanto inquietanti, perché la spesa non è certamente ispirata ai principi di una gestione sana e trasparente, bensì si può sicuramente parlare di una gestione “scriteriata”».

28/11/2006 13.49