Forza Italia: «siamo alla deriva "oppiacea" del Governo Prodi»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1312

TERAMO. «Diciamo no alle canne», interviene deciso il coordinamento di Forza Italia


TERAMO. «Diciamo no alle canne», interviene deciso il coordinamento di Forza Italia «Denunciamo la pericolosa deriva “oppiacea” di un governo sempre più in ostaggio delle componenti massimaliste e radicali».
Così il coordinamento di Forza Italia di Teramo interviene sul decreto, promosso dal ministro della Salute Livia Turco, con il quale viene innalzato da 500 a 1000 milligrammi il quantitativo massimo di cannabis che può essere detenuto per uso esclusivamente personale.
In base a questo provvedimento, «i cittadini che saranno trovati in possesso di quantitativi al di sotto di questo limite potranno essere oggetto solo di sanzioni amministrative senza incorrere nella presunzione di spaccio e nei provvedimenti punitivi che, in base alla legge Fini-Giovanardi, potevano arrivare fino all'arresto e al carcere anche per quantitativi realisticamente ascrivibili ad un uso personale», come spiegato in una nota del Ministero.
«Siamo sconcertati», continua il coordinamento di Fi, «della volontà del governo di impedire alle Forze dell'ordine di compiere il loro dovere nella lotta al traffico di stupefacenti. La via verso la legalizzazione delle sostanze stupefacenti è solo una delle tante classiche ciliegine sulla torta della “rivoluzione” comunista. Pasticcio che, forse, andrà di traverso ai fautori del fantomatico “partito democratico” anticomunista».

14/11/2006 11.56