Sicurezza stradale, al Governo la mozione dei Popolari-Udeur di Pescara

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1279



PESCARA. Il segretario provinciale di Pescara, Mattia Giansante ed il responsabile del dipartimento Cultura, Livio Di Bartolomeo, eprimono gratitudine all'On. Angelo Picano, vice presidente del gruppo alla Camera dei Popolari-Udeur, per aver seriamente valutato la loro proposta.
In tema di sicurezza stradale, infatti, il gruppo, con l'associazione Culturale "La Radice", ha più volte espresso la preoccupazione per le rilevanti conseguenze degli incidenti stradali ed hanno, sull'argomento, organizzato manifestazioni ed eventi volti alla sensibilizzazione ed al rispetto della salvaguardia della propria ed altrui incolumità.
Insieme agli Onorevoli Satta, Affronti, Capotosti, Cioffi, D'Elpidio, Li Causi, Giuditta, Morrone, Pignataro, l'On. Picano ha presentato la mozione parlamentare per impegnare il Governo al rispetto degli artt. 11 e 12 del D. Lgs. n. 285 del 30 aprile 1992 (Nuovo Codice della Strada) che vuole gli appartenenti alla Polizia Penitenziaria, siano essi Ufficiali o Agenti di Polizia Giudiziaria, impegnati nell'espletamento dei servizi di Polizia Stradale di "prevenzione ed accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale" e di "rilevazione degli incidenti stradali".

COSA CHIEDE LA MOZIONE
Con la mozione si chiede al Governo di sollecitare il dipartimento di amministrazione Penitenziaria perché istituisca un'unità operativa a livello centrale perché si occupi dello studio dell'attività in questione; apra il conto corrente postale sul quale versare i proventi; appronti e distribuisca la modulistica necessaria e sensibilizzi l'amministrazione degli Interni perché in attesa del perfezionamento di quanto sopra, continui a fornire la modulistica ed accettare il versamento dei proventi sul proprio conto corrente.
27/10/2006 10.02