Misticoni alla Margherita: «gruppo unico alla Regione»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1369

PESCARA. Riunita con Migliavacca la direzione regionale del partio. «Il problema delle riforme non è più rinviabile»

Un gruppo unico Ds- Margherita alla Regione «per affrontare insieme la stagione delle riforme in Abruzzo», «organizzare un appuntamento regionale degli Stati Generali dell'Ulivo per approfondire le ragioni, il profilo programmatico e culturale, le forme di un partito riformista».
E' la proposta lanciata dal segretario regionale dei DS, Stefania Misticoni, nella sua relazione alla direzione regionale. La riunione, convocata per fare il punto sulla situazione politica nazionale e sulle sue ripercussioni a livello regionale, si è svolta ieri pomeriggio nella sala convegni dell'aeroporto di Pescara alla presenza di Maurizio Migliavacca, coordinatore della segreteria nazionale.
«L'Abruzzo ha bisogno di riforme profonde», ha dichiarato Misticoni, «la maggioranza di governo non può limitarsi alla gestione dell'esistente, sostituendosi ai predecessori senza cambiare i meccanismi perversi che hanno prodotto l'arretramento della regione».
Per questo motivo i Ds vogliono aprire un dibattito «innanzitutto con La Margherita» e con tutta la maggioranza, «per mettere a fuoco le riforme prioritarie da attuare entro questo secondo anno di legislatura».
Misticoni ha sottolineato che il problema delle riforme «non è più rinviabile» e che, per stabilire le priorità i Ds lanceranno una campagna di ascolto della società abruzzese, «nella quale sarà impegnata tutta la struttura del partito che si arricchisce di un ufficio del programma coordinato da Bruno Viserta».

LE RIFORME URGENTI

Il segretario regionale dei Ds ha anche proposto uno schema delle riforme urgenti, premettendo che «tutti i settori della Regione devono essere investiti da riforme quadro». In cima alla scala delle priorità disegnata da Misticoni figura la sanità e, in particolare, la discussione in maggioranza del piano di risanamento del settore. «Contestualmente», ha aggiunto, «si deve affrontare in breve tempo la stesura del nuovo Piano sanitario regionale». Altra priorità è per Misticoni una legge regionale sull'innovazione e i Ds hanno già depositato una propria proposta in Commissione.
«Questo presuppone», ha aggiunto, «una riconsiderazione più determinata dei meccanismi di spesa della Regione a favore delle priorità e a discapito della distribuzione a pioggia». Un passo che va inserito già nella prossima finanziaria regionale.
Misticoni ha quindi annunciato che Piano di sviluppo regionale e fondi Cipe, saranno il tema della riunione con i presidenti delle Province, fissata per il 29 e di quattro assemblee provinciali del partito e del Gruppo consiliare regionale.
Sul piano istituzionale, per Misticoni, «è bene lavorare sulla riforma degli Enti strumentali, per ridurne i costi, garantirne la trasparenza e l'economicità. La legge sullo spoil system», ha aggiunto, «è stata una scelta giusta e coerentemente va applicata ovunque. Ma obiettivamente chi ha incarichi istituzionali di livello come i parlamentari non è opportuno che svolgano ruoli di gestione in Enti regionali o Autorità territoriali. Il tema va affrontato, con serenità, in maggioranza».

26/09/2006 11.40