Revocato l’incarico di assessore a Basilico, al suo posto nominato Zoila

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1999

TERAMO. Il Presidente della Provincia, Ernino D’Agostino, ha firmato questo pomeriggio il decreto con cui revoca l’incarico di assessore a Paolo Basilico e nomina in Giunta al suo posto e con le medesime deleghe (Lavoro e Formazione professionale) il consigliere della Margherita Francesco Zoila, già assessore alle Finanze nella precedente Giunta guidata da Claudio Ruffini.
Il provvedimento di revoca si basa sulla richiesta di avvicendamento avanzata al Presidente D'Agostino dalla Direzione provinciale e dal Gruppo consiliare della Margherita. Richiesta che, come si legge nel decreto, si fonda sul disagio espresso in una nota dal partito per l'esistenza di «una situazione di incompatibilità dell'Assessore Paolo Basilico con una propria direttiva interna, che vieta agli iscritti ed eletti nelle fila del partito della Margherita di rivestire un duplice incarico amministrativo di carattere esecutivo».
Basilico, infatti, è stato rieletto sindaco di Atri nelle ultime elezioni amministrative del maggio 2006.
In questo caso, secondo le motivazioni contenute nel provvedimento firmato dal Presidente D'Agostino, è venuto a mancare uno degli elementi essenziali di un «doppio rapporto fiduciario: quello che si stabilisce tra il Presidente e l'Assessore e quello, altrettanto indispensabile, che lega ciascun componente della Giunta (a meno che non si tratti di figura tecnica) alla forza politica ed al gruppo consiliare di cui egli è espressione».
Da qui l'adozione del provvedimento, finalizzato a «superare la situazione di difficoltà e rafforzare il rapporto di fiducia e di collaborazione che deve necessariamente sussistere tra Giunta e Consiglio».

«Intendo innazitutto formulare un ringraziamento sentito a Paolo Basilico - dichiara il Presidente D'Agostino – per il contributo prezioso di idee e di lavoro che, nel corso di questi due anni, ha offerto in seno alla Giunta provinciale e nell'esercizio delle importanti deleghe da me conferite. Al tempo stesso, esprimo un forte rammarico per la circostanza che egli non abbia ritenuto di accogliere l'invito da me formulato affinchè, prendendo atto della situazione politica che si era venuta a determinare, rimettesse il suo mandato. Ciò mi avrebbe consentito di evitare un provvedimento di revoca che rappresenta per me un atto doloroso sotto il profilo politico e personale. Voglio inoltre rassicurare Paolo Basilico, che svolge l'importante ruolo di sindaco della città di Atri, e con lui l'intera collettività atriana, circa la volontà mia e della Giunta provinciale di dare continuità alle scelte ed ai progetti che, in linea con il programma di governo, sono volti a dare risposta alle principali esigenze di questo importante centro della nostra provincia. Formulo infine i migliori auguri all'assessore Francesco Zoila, al quale mi lega un rapporto di stima e di amicizia e la cui competenza ed esperienza amministrativa costituiscono una garanzia di proficuo impegno nella Giunta che ho l'onore di presiedere».

Il primo dei non eletti della Margherita è Mario Del Principe il quale, dopo l'accettazione dell'incarico da parte di Francesco Zoila e le conseguenti dimissioni dalla carica di consigliere, è destinato a prendere il suo posto in Consiglio provinciale.
14/09/2006 19.23