Feste dell’Unità: i Ds di Pescara si mobilitano per il finale di Pesaro

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

695


Si chiude con una ampia mobilitazione verso Pesaro la stagione delle feste dell'Unità della federazione provinciale Ds di Pescara. Ben undici feste sono state organizzate su tutto il territorio provinciale delle sezioni locali, confermando ancora una volta il forte radicamento del partito e la validità dello strumento-festa per i Democratici di sinistra.
Particolarmente rilevante sul piano politico la festa promossa a Montesilvano, dove si è discusso di Partito democratico assieme alla vicecapogruppo dell'Ulivo alla Camera Marina Sereni e all'europarlamentare Lapo Pistelli.
E proprio in direzione di un rafforzamento della prospettiva del Partito democratico va la mobilitazione che la federazione di Pescara ha lanciato in tutte le sezioni affinché partecipino alla fase conclusiva della Festa nazionale dell'Unità, che dopo tanti anni torna sul litorale adriatico, a Pesaro.
I Ds hanno infatti deciso, su iniziativa della sezione "Berlinguer" di Rosciano, di organizzare la partecipazione al concerto di Francesco Guccini previsto per sabato nell'arena spettacoli della festa nazionale.
Per il giorno successivo invece è stata organizzata una massiccia presenza di militanti e simpatizzanti al tradizionale comizio di chiusura della festa, che sarà tenuto dal segretario nazionale Piero Fassino.
«E' un appuntamento tradizionale per il popolo di sinistra ma che quest'anno ha un valore in più» spiega infatti il segretario provinciale Massimo Sfamurri, «e cioè di garantire un sostegno importante al nostro segretario impegnato nella costruzione del Partito democratico». Sfamurri si dice soddisfatto anche della positiva stagione delle feste, «occasione di confronto e di impegno per centinaia di iscritti ed elettori del nostro partito, ma anche momento di raccolta delle energie popolari di una grande forza come la nostra».

11/09/2006 16.25