‘Politica e Territorio’: la corrente nata per cambiare La Margherita

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1578

AGGIORNAMENTO (19.55)PESCARA. Presentata questa mattina la nuova corrente che riconosce «come leader indiscusso della Margherita Luciano D’Alfonso». Ma dietro la facciata è evidente il malumore interno al partito di Rutelli.
«“Politica e territorio' nasce per avviare un cambiamento radicale nel partito, coinvolgendo la base, il territorio, affinché il partito abbia regole certe. Siamo per la gestione unitaria del partito, ma vogliamo distinguerci e contare di più. La Margherita, del resto, è una formazione nuova, nata come movimento: se vuole diventare un partito deve darsi regole certe».

E' stato questo l'esordio del segretario amministrativo regionale de La Margherita, Giorgio D'Ambrosio, che oggi ha presentato la nascita della nuova Corrente ‘Politica e Territorio', in seno a La Margherita. Presenti alla conferenza stampa anche l'assessore provinciale Antonello Linari, il consigliere del Comune di Montesilvano Emilio Di Censo ed Ezio Di Cristoforo, oltre a molti amministratori e sindaci della provincia che hanno già dato la propria adesione.
«Lo scopo della corrente – ha proseguito D'Ambrosio – è quello di contare di più nel partito, essere coinvolti di più nelle scelte operate dai vertici, elaborare un progetto congiunto ed essere ascoltati da quegli amministratori che troppo spesso operano in solitudine. Ciascuno di noi, una volta eletto, deve ricordare che quella carica è stata ottenuta anche grazie al contributo dei tanti attivisti che ci hanno sostenuto. Ovviamente occorre però ritrovare una voce unitaria: in quei paesi in cui si conta una molteplicità di circoli de La Margherita, non possono esserci circoli di serie A o di serie B, ma bisogna trovare un portavoce unico. Questo percorso ci dovrà portare verso i prossimi congressi da dove uscirà fuori la nuova classe dirigente che amministrerà la regione Abruzzo».

Nei prossimi giorni verrà convocata una prima assemblea; entro fine luglio si terrà un convegno con tutti coloro che hanno già aderito alla corrente e per fine settembre verrà costituita una Fondazione o Associazione.

«Stiamo andando verso appuntamenti importanti e ovviamente vogliamo dire la nostra – ha aggiunto l'assessore provinciale Linari -. Le trasformazioni avvengono dal basso, è la base che deve dare i propri indirizzi. Ovviamente sia chiaro che non siamo contro alcuno, al contrario possiamo vantare l'amicizia di tanti amministratori della provincia di Pescara ed ho ricevuto tante telefonate di adesione da parte di altri amministratori locali che vogliono aderire. D'Ambrosio rappresenta in questo ambito la ‘testa d'ariete'».
Attualmente sono almeno 80 gli amministratori locali che hanno aderito a ‘Politica e Territorio', tra cui circa 10 sindaci, «come – ha elencato D'Ambrosio – i sindaci di Montesilvano, Enzo Cantagallo, Pierino Ridolfi (Cappelle sul Tavo), Roberto Di Gabriele (Nocciano), Francesco Lattanzio (Catignano), Danilo Di Costanzo (Corvara), Domenico Di Gregorio (Pescosansonesco), Silvina Serra (Bolognano), Franco Diodati (Popoli)».

Inevitabile il riferimento al rapporto di tale corrente rispetto alla posizione del sindaco di Pescara Luciano D'Alfonso: «D'Alfonso – ha detto senza mezzi termini D'Ambrosio – è e resta il leader abruzzese della Margherita indiscusso, siamo e resteremo suoi alleati e non pensiamo possa disapprovare la nostra corrente. Nei prossimi giorni non è esclusa anche l'adesione di altri esponenti delle altre province abruzzesi, ma dev'essere chiaro: chi viene dovrà farlo con convinzione, senza forzature né ricatti».

04/07/2006 13.17

CANTAGALLO PRECISA: "NON FACCIO PARTE DELLA CORRENTE"

«Sono amico del collega sindaco Giorgio D'Ambrosio», ha commentato nel pomeriggio il sindaco di Montesilvano, Enzo Cantgallo, «tuttavia mi preme ribadire di non aver partecipato ad alcun incontro relativo alla nascita della nuova corrente all'interno de La Margherita abruzzese. Ciò significa che non ho avuto modo di approfondire con gli stessi amici, tra cui anche l'assessore Antonello Linari o Ezio Di Cristoforo, il nuovo progetto politico, dunque mi è parso strano che il consigliere comunale di Montesilvano Emilio Di Censo abbia fatto il mio nome tra quello dei sindaci che già hanno aderito a ‘Politica e territorio'. Ribadisco comunque il mio sentimento di amicizia nei confronti dei colleghi de La Margherita».

04/07/2006 19.52