Lanciano, ecco la nuova giunta comunale

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5338

Lanciano, ecco la nuova giunta comunale
LE NOVITA'. Sei assessori, anziché gli otto previsti dallo statuto comunale (tanti erano anche nella passata amministrazione) e nessuna donna. Questa la decisione del rieletto sindaco di Lanciano, Filippo Paolini, che ha sciolto le riserve e ha scelto la squadra che andrà a comporre la giunta comunale.

Tre consiglieri di Forza Italia: Eugenio Caporrella, Ermanno Bozza e Angelo
Palmieri. Due gli assessori scelti tra le fila dell'Udc: Attilio D'Amico e
Felice Paolucci. Gianpanfilo Tartaglia, fine, per la lista civica Alleanza con
Paolini. Due principali ragioni hanno spinto Paolini alla riduzione delle
poltrone, da un lato «la continuità politica e di riordino dell'assetto
comunale», dall'altra «la riduzione delle spese».



La nuova giunta comunale è dunque composta da tre ex assessori (Bozza, Paolucci
e Tartaglia) e tre new entry.

Gli assessori sono tutti consiglieri eletti e scelti tra i primi partiti che
hanno ottenuto più voti nelle consultazioni elettorali amministrative; nessun
ingresso "esterno" e nessuna donna, come si era vociferato da più parti.

Di conseguenza cambia anche la composizione del consiglio comunale, perché gli
assessori nominati dovranno dimettersi dalla carica di consigliere: al loro
posto entreranno dunque in consiglio - che tornerà a riunirsi il 3 luglio -
Flavio Pasquini, Alberto Carlini e Alessandro Di Martino per Forza Italia,
Cesarino Bomba e Mario Bruno per l'Udc e Marco Di Domenico per la lista civica
Alleanza con Paolini.

Ancora incerta la definizione delle deleghe, anche se la riduzione del numero di
assessori comporterà necessariamente l'accorpamento di alcuni assessorati; tra
questi quello tra Sport, Turismo, Cultura e Pubblica istruzione, mentre le
Politiche sociali e per la casa formeranno un unico assessorato.

Le deleghe al Turismo e al Piano regolatore saranno mantenute dal sindaco.

«Per quanto riguarda il turismo - ha spiegato Paolini - si vuole portare avanti
un discorso avviato nella scorsa legislatura, per questo ho preferito mantenere
la delega». Bozza manterrà l'assessorato alle Finanze e all'Iformatica e
Paolucci, ex vicesindaco riconfermato («se se la sente», ha precisato Paolini),
resterà al commercio. Tartaglia, che nella passata amministrazione aveva la
delega all'Urbanistica, ora mantenuta dal sindaco - «per seguire meglio la
questione del Prg»- dovrà traslocare altrove. Eugenio Caporrella dovrebbe avere
i Lavori pubblici mentre alle Politiche sociali potrebbe andare Angelo Calmieri.

Il sindaco Paolini e la sua giunta si preparano dunque a governare la città per
i prossimi cinque anni. Con un avvertimento che il sindaco, visti i problemi e i
cambi di casacca della passata amministrazione (lampanti i «voltafaccia» degli
ex assessori Manlio D'Ortona e Franca Bozzelli), tiene a rimarcare: «Quello che
non sarà tollerato - ha precisato il sindaco - sono le assenze, perché è giusto
che chi ricopre la carica di assessore rimanga al proprio posto quotidianamente.
Su questo sarò irremovibile. La presenza degli assessori – ha concluso il
sindaco – deve essere giornaliera, altrimenti andiamo tutti a casa, perché il
Comune non è uno strumento per fare carriera politica».





LA GIUNTA

 





Eugenio Caporrella





Ermanno Bozza





Angelo Palmieri





Attilio D'Amico






Felice Paolucci





Gianpanfilo Tartaglia



IL CONSIGLIO COMUNALE

Maggioranza

Flavio Pasquini (Forza Italia)

Alberto Carlini (Forza Italia)

Alessandro Di Martino (Forza Italia)

Nicola Pasquini (Forza Italia)

Umberto Di Francescantonio (Forza Italia)

Fernando De Rentiis (Forza Italia)

Domenico Cirulli (Forza Italia)

Augusto Caporale (Forza Italia)

Cesarino Bomba (Udc)

Mario Bruno (Udc)

Orazio Martelli (Udc)

Paolo Bomba (Udc)

Roberto Gargarella (Udc)

Marco Di Domenico (Alleanza con Paolini)

Luciano Bisbano (Alleanza con Paolini)

Luciano Fratangelo (Alleanza con Paolini)

Vincenzo Cotellessa (Alleanza con Paolini)

Graziella Di Campli (Lanciano che Verrà)

Minoranza

Gaetano Pedullà (candidato sindaco)

Nicola Fosco (candidato sindaco)

Pasquale Sasso (Margherita)

Luca Antonelli (Margherita)

Maria Saveria Borrelli (Margherita)

Pierluigi Vinciguerra (Margherita)

Franco Ferrante (Democratici di sinistra)

Paride Marinelli (Partito di Rifondazione comunista)

Manlio D'Ortona (Alleanza per Lanciano Libera)

Nicola Paglione (Alleanza per Lanciano Libera)

Nereo Dell'Aventino (Alleanza per Lanciano Libera)

Marino Ferretti (Alleanza Nazionale)



Daniela Di Cecco



27/06/2006 11.20