Lanciano. Interviene Di Pietro: Idv appoggerà Gaetano Pedullà

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1481



LA SITUAZIONE POLITICA A LANCIANO





C'è ancora scompiglio all'interno del centrosinistra a Lanciano.

All'ultimo direttivo dell'Italia dei Valori dello scorso 22 l'esponente Gian Luca Bellisario non ha partecipato causa «scorrettezza di Margherita e DS», partiti che non avrebbero prestato le giuste attenzioni agli schieramenti minori. Si è creata così una scissione del tutto personale nel partito di Di Pietro nella sezione lancianese. Le prossime elezioni comunali sono un importante momento per verificare equilibri, crescite e soprattutto la capacità di governare.
«Mantengo questa posizione politica e personale», dice oggi Bellisario, «ma registro la correttezza della segreteria politica lancianese che, prima di ufficializzare il “SI” a Pedullà Sindaco, attende la mia disponibilità ad appoggiarlo. Apprezzo anche l'intervento del Segretario regionale Mascitelli e del Direttivo Regionale che mi hanno espresso piena solidarietà circa le critiche da me sollevate, invitandomi, tuttavia, a far vincere Lanciano. Apprezzo, infine, la considerazione di Gaetano nei miei personali confronti e verso l'ampio numero di consensi da me registrati in tutte le occasioni nelle quali mi sono messo a disposizione dei miei concittadini attraverso un impegno diretto con le mie candidature recenti. Accolgo il rispetto, non della Margherita, ma “dell'amico” Gaetano Pedullà e con il quale abbiamo discusso a lungo e del quale ho potuto registrare l'autentico spirito di servizio con cui si candida per la seconda volta. Non abbiamo preso accordi spartitori o negoziali”, se non sull'impegno di Gaetano a firmare e condividere integralmente il Programma per Lanciano redatto insieme ai 5 partiti “minori” e, nello specifico, alcuni impegni, precisi e dettagliati, ed alcuni provvedimenti urgenti a favore dei cittadini delle contrade, una volta che sarà eletto Sindaco».
Dunque, pur con i contrasti interni non ci sarebbero ostacoli di Idv ad appoggiare Pedullà alle prossime elezioni comunali.
Anche perché l'indicazione è venuta dallo stesso Antonio Di Pietro «prossimo ministro della Repubblica»
«Nessun ripensamento, quindi», conclude Bellisario, «sul cattivo metodo adoperato dalla Margherita finora tenendo l'intera coalizione “in tiro”, nell'attesa di mostrare alla città la “sfilata” dei propri innumerevoli candidati alla poltrona di Sindaco. Sfilata che ha mortificato uomini e partiti. Sia ben chiaro, però: se la Margherita cambiasse ancora parere, nelle ultime ore, farò di tutto affinché IDV riporti, una volta per tutte, la “bilancia elettorale in pari” candidandomi personalmente come era previsto sin dall'inizio».

24/04/2006 10.08