A Chieti si litiga pure per gli scrutatori. «La sinistra monopolizza i seggi»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1656

I Gruppi consiliari di minoranza al Comune di Chieti fanno più che mai fronte comune e denunciano: «la sinistra monopolizza anche le nomine degli scrutatori».
La protesta per la verità è ciclica e giunge pressocchè da tutte le amministrazioni comunali a ridosso di nuove elezioni. Non c'è distinzione di colore politico, l'accusa è sempre la stessa: poca trasparenza e rispetto delle regole per la nomina degli scrutatori.
Il clientelismo spesso fa buon gioco anche in questo campo che pure dovrebbe essere regolato da norme precise ed inderogabili. Ma subentrano nuove regole.
Lista per Chieti, Forza Italia, An,Udc, Dc, Chieti Città Libera parlano chiaro: «La nuova legge elettorale, modifica le modalità di nomina degli scrutatori consentendone la nomina diretta. Nell'ultima seduta della commissione elettorale comunale la sinistra che governa Chieti ha interpretato a proprio favore la norma che stabilisce le modalità di nomina degli scrutatori», spiega la minoranza, «imponendo un criterio che tenta di accaparrarsi il 75% degli scrutatori»
Tutto questo, secondo i gruppi consiliari lede e «limita fortemente» la facoltà della minoranza di partecipare alle operazioni finalizzate al corretto e trasparente svolgimento delle elezioni all'interno dei seggi.
«Nonostante la legge assegni alla commissione la competenza per la nomina, la predefinizione dei criteri da adottare sono di carattere essenzialmente politico e quindi avrebbero dovuto essere fissati e definiti quantomeno in sede di conferenza dei capigruppo», dichiarano i gruppi di minoranza. Non possiamo consentire che questo ennesimo atto di arroganza della sinistra al governo della città», continuano, «possa compromettere il corretto svolgimento delle operazioni di scrutinio con la possibilità di innescare il fondato sospetto sulla veridicità dei risultati elettorali in occasione delle imminenti elezioni politiche del 9 e 10 aprile».
Per la tutela dei legittimi diritti delle minoranze è stato sensibilizzato il Presidente della Commissione di Controllo e Garanzia che ha convocato la commissione stessa per il giorno 16 marzo.
13/03/2006 15.27