In Consiglio provinciale la questione dello scientifico-sala per sponsali

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1311

«Le norme sull'autonomia scolastica hanno dilatato i confini della discrezionalità attribuita ai singoli istituti in materia di concessione dei locali degli istituti, riservando agli enti locali solo forme residuali di controllo, in particolare laddove l'uso dei locali scolastici dovesse oltrepassare quel confine di temporaneità e precarietà che la legge indica».
Con queste parole Giuseppe De Dominicis, presidente della Provincia di Pescara, ha risposto questa mattina a Vincenzo Berghella, capogruppo di Forza Italia, che nella seduta di stamani del Consiglio provinciale ha presentato un'interrogazione per saperne di più sull'autorizzazione, rilasciata ai magistrati Aldo Aceto e Francesca Del Villano a festeggiare il loro matrimonio nei locali del liceo scientifico “Leonardo da Vinci”, la sera del 31 dicembre scorso.
L'interrogazione richiedeva anche un chiarimento sulla consuetudine del preside Walfrido Del Villano di affittare il campo di calcetto dello stesso istituto ad utenti esterni e al di fuori dell'orario scolastico.
Sempre nella seduta di oggi è stata approvata, all'unanimità, la mozione presentata da Lorenzo Cesarone, consigliere della Margherita, in cui si chiedeva al presidente e alla giunta della Provincia «la realizzazione di un Piano di servizi della montagna in favore dei turisti e degli operatori della località Passolanciano, dove l'amministrazione ha realizzato parcheggi negli anni ‘90».
E' passata a maggioranza (contrario Berghella), la delibera illustrata dalla diessina Marinella Sclocco, presidente della commissione consiliare Politiche sociali, in cui si chiede «di raccomandare alla Regione Abruzzo l'accoglimento della richiesta avanzata dall'associazione onlus “Diversamente uguali” di includere, nel redigendo Piano sanitario regionale, le prestazioni di ippoterapia tra quelle a carico del servizio sanitario nazionale».
All'unanimità invece è stata votata la proposta, sempre avanzata dalla consigliera Sclocco, di raccomandare alla Regione l'istituzione di un servizio di guardia medica operativo a Farindola. Ancora all'unanimità è passato il provvedimento inerente, «l'istituzione di un comitato promotore per la realizzazione del “Parco dei Tratturi” e per candidare le esigenze ambientali e culturali dei principi della Transumanza nella lista del patrimonio dell'Unesco» proposto da Filippo Pasquali, presidente del Consiglio provinciale, «per rilanciare quel che resta dei tratturi e farli diventare quei territori volano per lo sviluppo del turismo».
08/03/2006 16.06