La visita del papa in Abruzzo? «Solo la trovata elettorale dell’assessore»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3264

  AGGIORNAMENTO (15.50)  MANOPPELLO. Incredibile smentita sulla visita del pontefice. Da più parti si parla di gaffe dell’assessore del Comune di Manoppello che soltanto sabato scorso aveva annunciato come certa la visita del papa in Abruzzo. Le cose non starebbero così. Indignata anche la Curia. L'assessore Argirò: "Aspettiamo una conferma ufficiale" LA NOTIZIA IN POMPA MAGNA  - WOJTYLA IN ABRUZZO
«È stata solo una trovata elettorale». Queste le parole dei dipendenti e dei vari amministratori che operano nel palazzo comunale del caratteristico centro della Val Pescara.
«Non sa cosa deve più inventarsi – dichiara un operatore del comune – ogni giorno ne dice una nuova e, questa volta, è toccato pure al Papa entrare a far parte delle tante “bufale” dichiarate dell'Assessore alla
Cultura, Fabio Argirò. Che dire! Siamo tutti indignati».
Questa volta l'Assessore Argirò l'ha fatta proprio grossa. Tutti, infatti, cittadini, dipendenti e amministratori comunali, credono che le dichiarazioni espresse dall'assessore alla cultura del comune di Manoppello, in occasione della Bit di Milano, rientri nel piano di propaganda elettorale elaborato dallo stesso, possibile candidato a Sindaco alle prossime elezioni amministrative.
Lo sfruttare la notizia riportata sulla rivista “Die Welt” che, esprimeva la possibilità della visita del Pontefice a Manoppello, nel mese di Maggio prossimo, sicuramente avrebbe potuto lanciare, il “fantasioso assessore”, ai vertici delle classifiche degli uomini più illustri della cittadina pescarese. Il Consigliere di Minoranza, Luciano Mancini, in merito a tale vicenda dichiara: «Che dire, è fatto così, ha sempre bisogno di grosse conferme. È da un po' che si vociferava dell'arrivo a Manoppello di Benedetto XVI, ma, sicuramente, non sarà per maggio in coincidenza delle feste patronali. Se il Papa farà visita nel nostro comune, forse e dico solo forse, questo avverrà a Settembre e non in maniera pubblica, bensì privatamente».
A conferma delle dichiarazioni del Consigliere Mancini ci sono le parole dell'ex segretario della diocesi di Chieti-Vasto, Don Claudio Di Liberato. «Non crediate – ha affermato Don Claudio – che se Argirò dice, il Papa esegue! La visita, se ci sarà, sarà divulgata tramite comunicati stampa dalla stessa Diocesi e sottoscritta dal nostro caro Vescovo. Un consiglio ad Argirò – ha poi dichiarato l'ex segretario – se frequentasse più spesso la Chiesa, molto probabilmente saprebbe, con più certezza, le notizie che riguardano il mondo cattolico».
Ivan D'Alberto 20/02/2006 15.04


L'ASSESSORE CONFERMA LA SMENTITA… A META'

Quando lo raggiungiamo al telefono è ancora in Germania a promuovere la sua terra.
L'assessore Argirò in queste ore è al centro di quello che potrebbe essere uno dei più grandi bluff degli ultimi tempi ma lui sembra confermare quanto detto sabato in conferenza stampa a Milano… anzi no.
«La notizia non l'ho data io», precisa oggi Argirò a PrimaDaNoi.it, «l'ha data un illustre vaticanista sul più prestigioso giornale tedesco. Questo studioso è una persona molto vicina alla Santa sede e al papa. Tuttavia non abbiamo ancora una conferma ufficiale e rimaniamo in attesa… speriamo che la Santa sede possa ufficializzare in maniera definitiva la venuta del sommo pontefice. La realtà è questa, senza enfatizzare. Non c'è una data fissa si è detto solo che verrà in visita a Manoppello…»

Veramente sembrava che sabato ci fossero tutti i crismi dell'ufficialità… Non è così?

«Le ripeto, siamo in attesa di una conferma ufficiale e la data di maggio è stata pubblicata tre giorni fa sul maggiore organo di stampa tedesco. Seppure dovesse venire entro la fine dell'estate sarebbe comunque un grosso risultato. Rimango comunque fiducioso».
L'assessore smentisce categoricamente ogni fine elettoralistico, nulla di tutto questo.
Tuttavia c'è da precisare che già da molte settimane le voci che volevano il papa in Abruzzo sono aumentate sempre più.
In queste ore si parlerebbe anche di visite non ufficiali ma private e, dunque, senza clamore. È anche un fatto che il Vaticano stia ristrutturando un vecchio immobile a Rocca di Mezzo dove è plausibile che il sommo pontefice possa venire a trascorrere qualche settimana in estate così come aveva fatto tante volte il suo amato predecessore. Ma si sospetta che molti spostamenti siano coperti da grosso riserbo e anche le smentite potrebbero far parte del gioco.
Dunque, a conti fatti, a questo punto la visita del Papa in Abruzzo si arricchisce di nuova suspance.
20/02/2006 15.47