Pastore: «La giunta Del Turco in contrasto con l’Ulivo nazionale»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1241

«Con la delibera del Consiglio regionale di ieri, con la quale si richiede il referendum confermativo sulla riforma costituzionale, il centrosinistra ha dimostrato, ancora una volta, spregiudicatezza e ipocrisia».
Lo dichiara il senatore Andrea Pastore, presidente della Commissione affari costituzionali, nonche' coordinatore di Forza Italia in Abruzzo.
«'Mentre a livello nazionale l'Ulivo e i suoi alleati gridano al pericolo di frantumazione dello Stato, a causa della devolution voluta dalla Lega, il Consiglio regionale d'Abruzzo a guida ulivista lamenta che la riforma costituzionale riduce la potestà legislativa delle Regioni, rafforzando quindi le funzioni dello Stato».
«Sembra che il centrosinistra - prosegue Pastore - sia ormai cosi' abituato a disinformare e a mistificare la realta' da non notare così evidenti e insanabili contraddizioni. Forza Italia e il centro destra sono anch'essi favorevoli al referendum confermativo, come dichiarato dai propri rappresentanti a livello nazionale e regionale, ma per consentire agli elettori di approvare direttamente la riforma costituzionale. Una riforma che mira a riequilibrare i poteri tra Stato e Regioni, gravemente alterati dalla riforma del titolo V approvata dal centro sinistra, a garantire la stabilita' del governo del Paese, ad accrescere i poteri di garanzia del presidente della Repubblica, a riformare il bicameralismo, prevedendo un senato federale che sara' competente nei rapporti tra Stato e Regioni».
08/02/2006 13.57