Montesilvano bilancio 2006: -20% per turismo e cultura, +25% per sociale

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

674

E' stato approvato ieri dal consiglio comunale di Montesilvano il bilancio 2006.
A risentire i maggiori effetti dell'annunciato taglio della finanziaria per il patto di stabilità sono stati il settore turistico e quello della cultura, con una riduzione del 20% sul budget dello scorso anno. Meglio invece per il sociale che guadagna il 25% passando da un milione di euro investiti nel 2005 ad un milione e 250 mila del 2006.
Novità per i venti dipendenti assunti in LSU (Lavoratori Socialmente Utili): il contratto rimarrà a
tempo indeterminato ma passerà da part a full time con un impegno distribuito su 36 ore settimanali, esattamente il doppio del 2005.
Per loro rimarranno mansioni di supporto alla segreteria e aiuto nei servizi sociali.
Maggiore cura delle opere pubbliche e del verde sarà prodigata il prossimo anno all'interno delle opere triennali: Villa Verlengia, e in particolare via Lazio, via Adige, via Abruzzo, via Settimo Torinese e via Europa saranno interamente riqualificate su marciapiedi, verde, panchine e illuminazione caratterizzante.
Sono stati meglio definiti i bugdet per il raddoppio di via Verrotti e la costruzione del terzo ponte. Il cimitero sorgerà in una nuova zona a costo zero per il comune che ricaverà ulteriori somme grazie al project financing: il lavoro sarà appaltato ad un privato che gestirà la struttura autonomamente con percentuali dei ricavi dirottate alle casse comunali.
Il cimitero sorgerà in via Vestina, nei pressi del confine con la città di Cappelle Sul Tavo. Il polo scolastico sarà invece spostato e ingloberà la scuola media Delfico e l'elementare Di Blasio in un'unica struttura.
Ancora al vaglio il sito in cui sorgerà il complesso. Delibera in accordo di programma per la ristrutturazione del solaio del Palaroma: la Magistratura ha dissequestrato il centro sportivo solo lo scorso settembre e ora è tutto pronto per ospitare i lavori dal prossimo gennaio e attivi per circa 9-12 mesi. Continua l'interesse del comune per Villa Delfico: una struttura con un ettaro di parco nei pressi di Villa Verrocchio, costruita nel 1930 e che rappresenta la storia della città. Il comune ha intenzione di acquistarla donandola ai cittadini.
Il sindaco Enzo Cantagallo sostiene «In questa approvazione di bilancio i maggiori tagli li hanno subiti lo spettacolo e la cultura, ma nei primi mesi nell'anno, grazie anche a risorse esterne, riusciremo a compensare questa mancanza senza che i cittadini possano apprezzare differenze rispetto al 2005. L'approvazione di bilancio è uno strumento straordinario di programmazione che consente di essere operativi finanziariamente già dal 2 gennaio per tutti interventi alla città. Daremo ulteriormente qualità alla quinta città d'Abruzzo attraverso opere pubbliche importanti come il teatro, il raddoppio di via Verrotti e il terzo ponte, senza però dimenticare il sociale su cui abbiamo impegnato fin da adesso 250 mila euro in più».
29/12/2005 9.26