Giunta regionale: Varate le linee guida per la cooperazione con i sindacati

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

774

La giunta regionale si avvicina ai sindacati.
La seduta di oggi ha infatti stabilito «l'istituzione di un momento di raccordo permanente con le organizzazioni sindacali per la gestione delle vertenze in corso e la relativa interlocuzione con il Governo (Presidenza del Consiglio, MAP, Ministero del Lavoro)».
Le modalità operative saranno definite nei prossimi giorni con l'Assessore al Lavoro, Fernando Fabbiani.
E' stata poi avviata una richiesta di un incontro complessivo con il Governo sull' insieme delle vertenze aperte, per concordare diversi percorsi di soluzione e assicurarne il monitoraggio subito dopo il 25/11/2005.
«C'è l'impegno della Giunta a programmare incontri con le organizzazioni sindacali e le associazioni imprenditoriali», ha detto il vicepresidente Enrico Paolini, «per definire il protocollo sulle regole della concertazione in Abruzzo, a partire dal contributo in merito già fornito dalla organizzazioni sindacali. Inoltre siamo disponibili ad aprire il confronto con le parti sociali per la costruzione della legge quadro regionale sulle attività produttive, impegnando l'assessore al ramo e ad aprire confronti, insieme con le organizzazioni sindacali con ciascuno dei grandi gruppi industriali presenti in Abruzzo, a partire da Fiat, Honda e Micron, per costruire ulteriori opportunità di sviluppo industriale nella nostra regione nei tempi e nei modi utili da stabilire congiuntamente».
Le linee guide tracciate questa mattina danno anche avvio immediato della concertazione sul Bilancio 2006 con l'assessore D'Amico.
Già ieri il presidente Ottaviano Del Turco aveva espresso un giudizio positivo sull'esito dell'incontro che si è svolto ieri pomeriggio all'Aquila, a Palazzo Silone sede della Regione, tra i componenti della giunta regionale e rappresentanti sindacali di Cgil, Cisl, Uil e Ugl.
Il confronto è stato ad ampio raggio sulle problematiche più urgenti. «Si è riavviato così - ha detto Del Turco - un dialogo sociale importante fondato sul reciproco rispetto dell'autonomia delle parti e di un uso degli strumenti della concertazione che consenta alle parti sociali di esercitare una funzione importante di stimolo e proposta». 16/11/2005 12.13