La consulta politica di An salva sanità

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

757

E' nata una consulta della Sanità creata dal gruppo consiliare regionale di An che sarà coordinata dai medici Giovanni Farello, dell'Aquila, e Raffaele Di Nardo, già consigliere regionale.
La consulta avrà carattere collegiale, svolgerà funzioni consultive e propositive su tutti i programmi e gli atti dell'amministrazione regionale riguardanti questo settore di attività.
Effettuerà un costante monitoraggio mirato a garantire i diritti del cittadino e ad eliminare «le tante storture», annuncia Alfredo Castiglione, «che gravano sulla sanità abruzzese, dai ricoveri impropri al dilatamento dei tempi d'attesa per visite specialistiche. Questa attività di monitoraggio», spiega il consigliere di An, si metterà subito all'opera e comincerà ad interessarsi della predisposizione dell'atteso nuovo piano sociale sanitario per poi finire ad occuparsi anche di problematiche per tutto il territorio».
La consulta si riunirà almeno una volta al mese e all'occorrenza organizzerà convegni pubblici, incontri dibattiti e conferenze.
Il lavoro effettuato sarà costantemente pubblicato sul nuovo sito di Alleanza Nazionale, attivo tra una decina di giorni (www.gruppoan.abruzzo.it).
Il dubbio che una consulta apolitica avrebbe potuto creare più benefici è lecito, così come la paura che questa occasione si trasformi in una continua bagarre tra maggioranza e opposizione a scapito delle reali soluzioni dei problemi.
Ma lo stesso Castiglione assicura: «Ove ci fosse, il nostro sarà comunque uno scontro propositivo, che analizzerà con serietà e attenzione le problematiche e le esigenze del territorio». 15/11/2005 8.52