«La Regione non tocchi i fondi per il rifacimento della Statale 16»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1162

«La statale 16 è troppo pericolosa e va sistemata: è la nosra priorità».
Il Sindaco di Silvi, Gaetano Vallescura, mette in guardia la Regione Abruzzo in vista dei lavori di oggi a L'Aquila al Palazzo dell'Emiciclo dove si riunirà la Commissione Bilancio per iniziare i lavori di valutazione della prossima finanziaria regionale.
Che fine faranno i soldi promessi dalla passata giunta regionale? Potrebbero andare persi solo perché è cambiato il colore politico e gli uomini? Il timore pare più che fondato almeno a sentire il sindaco di Silvi.
«L'amministrazione regionale», ammonisce il sindaco, «non tocchi assolutamente i fondi assegnati al Comune di Silvi dalla passata amministrazione di centrodestra per il rifacimento della Strada Statale 16, attuale Via Roma. Sono stati assegnati fondi per 1.000.000 di euro dalla ex giunta ed ora ho il presentimento di direttive volte a tagliare quest'importante sostegno per la principale arteria di Silvi e della costa adriatica».
La statale 16, oggi Via Roma, è la famosa strada nazionale che il Comune ereditò dall'Anas appena la zona interessata divenne qualificata area urbana.
«Ma», continua Vallescura, «questa strada fu rilasciata in modo pessimo, con illuminazioni di cinquant'anni fa, un manto stradale completamente inadeguata e privo di marciapiedi. Noi siamo riusciti ad ottenere quell'importante fondo per un intervento di riqualificazione in passato ed ora se pensano di togliercelo dichiarerò guerra all'attuale amministrazione. Queste spese non possono essere tagliate, perche non sono spese correnti o di rappresentanza, ma importanti spese per le infrastrutture che vanno ad incidere sulla vita della città che rappresento e sulla viabilità della costa abruzzese. Siamo pronti», aggiunge il sindaco di Silvi, «a qualsiasi tipo di opposizione se ci verrà negata la possibilità di rifare Via Roma dove risiedono moltissimi cittadini e moltissime realtà commerciali che soffrono delle carenze della Statale. Avvertiamo dunque la Commissione che noi reagiremo con tutte le nostre forze, sino a giungere sotto il Palazzo dell'Emiciclo per far valere questo nostro sacrosanto diritto».
«Silvi», conclude il sidaco, «deve già soffrire i mancati interventi sulle
diverse strade provinciali presenti sul nostro territorio, che di conseguenza
genera un malumore dei cittadini che si sfoga verso la mia amministrazione che
non ha colpe; se la Regione ora andrà a ritoccare quel milione di euro infierirà
un duro colpo alla mia Città». 24/10/2005 11.51

SULLA PERICOLOSITA' DELLA ADRIATICA