An "Chieti fra le amministrazioni più virtuose per gli anni 2000-2003"

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1023

Secondo una recente statistica condotta dalla “Centro studi sintesi” di Mestre è commissionato dal Ministero dell'Interno l'amministrazione di Chieti per gli anni 2000 2003 sarebbe stata giudicata una tra le più virtuose d'Italia.
Infatti secondo i risultati dello studio l'amministrazione comunale di Chieti su 106 comuni capoluogo oggetto dello studio sarebbe giunta al 9° posto, cioè prima città d'Abruzzo a differenza di Pescara che è collocata solo all'85° posto.
Il dato lo rende noto Alleanza nazionale che coglie anche l'occasione per gongolare.
«Mentre ogni cittadino di Chieti», si legge in una nota, «dopo aver pareggiato i conti relativi alle cattive amministrazione del passato, ha disponibilità di investimenti pubblici pari ad € 59,24 pro capite, differentemente un cittadino di Pescara ha un debito di investimenti pubblici pro capite di € 35,09. Questo dato conferma ed esalta gli ottimi risultati gestionali ottenuti dalla precedente amministrazione di centrodestra», continua An, «in particolare la grande capacità tecniche l'amministrativa di vari assessori al bilancio che si sono avvicendati negli 11 anni dal sindaco Cucullo a Mauro Febbo ad Angelo De Medio, Valerio Visini e tutti gli uomini di Alleanza nazionale che lavorando con passione e professionalità hanno saputo restituire ai cittadini di Chieti una stabilità economica garantita anche per il futuro».
Dunque alla luce dei nuovi dati secondo An l'assessore Marco Marino farebbe bene ad essere sereno poiché il suo compito sarebbe più facile è beneficiato «dalla farina raccolta da sacco altrui». 14/10/2005 13.17