Sinistra Ecologia e Libertà, il movimento di Vendola ‘vola’ e spazza la concorrenza

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3794

ABRUZZO. L’adesione dell’ex assessore regionale Franco Caramanico è stata solo tra le ultime e forse più celebri ma i consensi intorno a Sinistra Ecologia e Libertà in Abruzzo hanno numeri in continua crescita.

Dalla partecipazione del leader nazionale Niki Vendola all’evento “Sinistra in festa” del settembre scorso a Pescara, il partito ne ha fatta di strada, anche se molta ne deve ancora fare.

Il partito è infatti, ancora giovane, soprattutto in Abruzzo. Il primo Congresso regionale si è svolto a fine gennaio, e ha eletto Gianni Melilla segretario regionale di Sel. http://www.primadanoi.it/upload/virtualmedia/modules/articolo/article.php?storyid=3533

Da qualche settimana è attivo il sito internet mentre è online solo da poche ore la pagina Facebook che conta al momento 12 sostenitori.

Ma il partito continua a crescere e, soprattutto, a raccogliere adesioni da parte di esponenti politici che, forse delusi dagli altri partiti della coalizione, in primis dal Pd, decidono di approdare al movimento fondato da Niki Vendola poco più di un anno fa.

Lo stesso Vendola, d’altra parte, con la nascita del partito aveva voluto dare un nuovo ‘volto’ al centrosinistra, volto nel quale ora si riconosco in molti, forse anche a causa dei crescenti consensi che il suo leader continua a raccogliere rispetto agli altri ‘volti’ del centrosinistra, Da Bersani a D’Alema.

Anche il segretario regionale Gianni Melilla, d’altra parte, da trent’anni volto del centrosinistra, ha scelto di aderire a Sel e alle ‘rivoluzione’ annunciata da Vendola.

LE NUOVE ADESIONI

Oltre all'iscrizione di Franco Caramanico, consigliere regionale, si evidenziano le adesioni di: Alberto La Barba, docente di Filosofia ed ex assessore regionale alla Cultura della Regione Abruzzo, Enzo Fimiani, direttore della Biblioteca provinciale di Pescara, Gaetano Basti, docente, direttore della Rivista d'Abruzzo, e già segretario regionale dei Verdi, Carlo Rossi, sindaco di San Vincenzo Valle Roveto e dirigente della Confesercenti, Maura Viscogliosi della presidenza regionale della Lega delle Cooperative, Gianni Di Cesare, segretario generale regionale della Cgil, Giovanna Zippilli, segretaria generale regionale dei Pensionati della Cgil, Franco Cambi, dirigente regionale della Cna, Cosimo Sabatino, vice sindaco di Villa Santa Maria, Nicola Di Matteo, segretario generale regionale Fiom Cgil, Carmine Ranieri, segretario generale regionale Funzione Pubblica Cgil, Mimi D'aurora, Antonio Iovito, Alessandra Genco della segreteria regionale Cgil, Pina Leoni dei Comitati cittadini per la Ricostruzione de L'Aquila, Gianfranco Giustizieri, preside e già consigliere comunale de L'Aquila, Tonino Di Pasquale, già sindaco di Pescocostanzo, Antonio Serafini, già consigliere regionale di Rifondazione Comunista, Paolo Castellucci, segretario generale della Camera del Lavoro di Pescara, Umberto Trasatti, segretario generale della Camera del Lavoro de L'Aquila, Roberto Ettore, studente universitario e coordinatore del Movimento giovanile So.Ha di Pescara, Falconi Cecilia, consigliere comunale Alba Adriatica, Enzo Cambi, segretario regionale sindacato dei Balneatori, Germana Goderecci, presidente commissione Pari opportunità della Provincia di Teramo, Pino Petraccia, musicista, Sara Antonelli, consigliera comunale Miglianico, Marta Illuminati, consigliera comunale di Pineto, Vincenzo Fiorà, consigliere comunale di Pineto, Luciano Crescentini, assessore del Comune di Giulianova

IL BANCO DI PROVA: LE ELEZIONI DI MAGGIO

La rivoluzione annunciata da Sel dovrà ‘avverarsi’, e concretizzarsi, soprattutto in vista del prossimo appuntamento elettorale di maggio, che rappresenta il primo, vero, banco di prova per il Sel. Alle elezioni provinciali e amministrative, infatti, sarà strategica la scelta di Sinistra Ecologia e libertà che dovrà decidere se puntare a una corsa in solitaria o condividere programmi, e candidati, della coalizione.

Della posizione del partito si è discusso, lo scorso febbraio a Roma, alla prima riunione dei responsabili regionali degli enti locali. In quell’occasione Sinistra Ecologia e Libertà si è detta pronta a diventare soggetto promotore di alleanze di centrosinistra, i cui interlocutori prioritari sono il Partito Democratico, la Federazione della Sinistra, l’Italia dei Valori, e i Socialisti.

Per la scelta dei candidati sindaci o presidenti di provincia, Sel ha deciso di battersi affinché avvenga attraverso le primarie, anche se il partito ha anche stabilito che in tutti i comuni sopra a 15.000 abitanti presenterà delle liste con il proprio simbolo, e negli altri Comuni, dove vige un sistema elettorale maggioritario, cercherà accordi con forze con cui condividere un programma comune.

A Vasto, Lanciano, Francavilla e nei tanti altri Comuni in cui si voterà, Sel dovrà fare la scelta giusta. Dalla sua scelta, infatti, potrà dipendere la valutazione del reale ‘peso’ del partito, del suo vero potere attrattivo.

14/03/11 12.24