Il 28 la bozza del bilancio regionale in consiglio. Pd contro propone due emendamenti

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1948

ABRUZZO. Si è concluso oggi l’esame in Commissione della proposta di bilancio della Giunta regionale che approderà in aula il 28 dicembre.

Si annuncia battaglia in aula ed il Pd voterà contro e tra gli aggiustamenti che propone ci sono  il taglio alla spesa improduttiva, la vendita degli immobili, istituzione del capitolo “Vertenza Abruzzo”.

«Non ci troviamo di fronte ad un atto di programmazione»,spiega, il Capogruppo del PD in Consiglio regionale Camillo D’Alessandro, «ma ad un mero adempimento formale, burocratico nulla di più. Con questo bilancio l’Abruzzo non può andare avanti neanche di qualche mese. Zero euro alle attività produttive, zero euro alle politiche sociali, significa colpire mortalmente l’Abruzzo nelle sue prospettive e nella sua tenuta»

Per D’Alessandro bisognerebbe individuare nuove risorse per rilanciare l’Abruzzo che rimane affossato nella morsa delle crisi economica e finanziaria che costringe ancora le industrie a chiudere o a ricorrere alla cassa integrazione.

Per questo il Pd propone che tra 90 giorni si torni in Consiglio per verificare lo stato di avanzamento delle procedure di dismissione del patrimonio immobiliare della Regione, le cui risorse andrebbero destinate allo sviluppo.

«Hanno disperso in mille rivoli», riprende D’Alessandro,«oltre 100 milioni di Euro recuperati dal disimpegno dei fondi vincolati, le cui economie potevano essere in parte destinate alle misure condivise in Consiglio regionale, richiamate nella Vertenza Abruzzo, sottoscritta da tutte le parti sociali. Altre risorse- aggiunge-  potevano essere recuperate se Chiodi non  avesse mantenuto nel cassetto per circa due anni le famose riforme degli enti e società strumentali, promessa mai onorata, che continuano a bruciare risorse improduttive. Per fare un esempio se avessero approvato la nostra proposta sui trasporti, che prevede la costituzione di una unica società di trasporti regionale, oggi avremmo risparmiato diversi milioni di Euro che da soli avrebbero finanziato le politiche sociali»

In consiglio il 28 il Pd presenterà due emendamenti: il primo riguarderà la dismissione del patrimonio immobiliare che consente la vendita di tutti gli immobili acquistati o realizzati con risorse regionali che possono essere venduti.

Il secondo emendamento prevede l’istituzione di un apposito capitolo denominato “Vertenza Abruzzo” che andrebbe finanziato recuperando sul bilancio tutte le risorse possibili iscritte attualmente in capitoli che attengono a spese facoltative e non strategiche.

22/12/2010 18.11