Pd: «ingiustificati affidamenti per 4,5 mln a Ismea e Inea»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1432

ABRUZZO. D’Amico (Pd): «perché non valorizzare le competenze dei nostri centri di ricerca ed utilizzare i fondi  in maniera produttiva?»

Il vicepresidente del Consiglio regionale Giovanni D’Amico, del Partito Democratico, ha presentato un’interpellanza per conoscere le motivazioni dell’affidamento da parte della Giunta delle attività di assistenza tecnica e di comunicazione relative al Piano di Sviluppo Rurale 2007-2013 all’Istituto Nazionale di Economia Agraria (Inea) e all’Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare (Ismea).

«Infatti - spiega D’Amico – la delibera di Giunta regionale del 31 agosto 2010 n. 648 avvia la collaborazione tra Regione Abruzzo e Ismea fino al 31.12.2013 per le attività di comunicazione e informazione del Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013, e riconosce alla stessa Ismea oneri economici relativi al rimborso delle spese sostenute per lo svolgimento delle suddette attività fino ad un massimo di 1.721.500,00 euro».

C'è poi la delibera di Giunta regionale del 6 settembre 2010 n. 673 che «estende fino al 31.12.2015 il termine della convenzione con l’Inea per la realizzazione delle attività di assistenza tecnica ed analisi nell’ambito del PSR 2007-2013, e riconosce alla stessa Inea oneri economici relativi al rimborso delle spese sostenute per lo svolgimento delle suddette attività fino ad un massimo di complessivi 2.800.000,00 euro».

L’ammontare complessivo delle somme, pari ad euro 4.521.500,00, è rilevante e potrebbe essere utilizzato per interventi diretti, sostiene il vice presidente, «considerate anche le difficoltà finanziarie della nostra Regione, spesso e volentieri messe in evidenza dallo stesso presidente Chiodi».

Tra l’altro l'esponente del Pd sottolinea che esistono centri di ricerca regionali quali il Crab, il Cotir ed il Crivea, «che potrebbero far fronte alle attività legate al PSR 2007-2013, avendo le necessarie competenze professionali tecnico-specialistiche altamente qualificate».

 27/11/10 11.09