Toto sceglie Fini, Berlusconi addio

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5802

DANIELE TOTO

DANIELE TOTO

ROMA. Daniele Toto passa dal Pdl a Futuro e libertà. L’annuncio ufficiale è di questa mattina, in una conferenza stampa a Roma nella sede di Generazione Italia.

Presenti anche Italo Bocchino e Adolfo Urso. Con l’onorevole Toto passa con Gianfranco Fini anche Renzo Rosso, storico esponente di Forza Italia in Piemonte fin dalla fondazione e candidato sindaco a Torino contro Sergio Chiamparino.

Due defezioni importanti che Silvio Berlusconi in persona ha tentato fino all’ultimo di scongiurare, ma senza riuscirci. Non sarà stato facile per Daniele Toto resistere alle lusinghe e agli appelli del Presidente del Consiglio, ma la sua posizione critica contro il Pdl era nota da tempo. Semmai stupisce che in Abruzzo nessuno abbia fatto nulla per recuperarlo: né il partito né il presidente della Regione, che anzi avevano snobbato le sue dichiarazioni sulla gestione dei rifiuti a Teramo e sulla sanità. E da ultimo c’era stata anche la richiesta di dimissioni per l’assessore Venturoni dopo i suoi problemi giudiziari, il che rendeva per Toto irrespirabile l’aria nel Pdl. Insomma un onorevole border line che ha trovato un’altra collocazione nel movimento di Gianfranco Fini.

«Perché la democrazia – ha spiegato Daniele Toto in conferenza stampa – non è solo la possibilità di esprimere il proprio pensiero, ma anche la possibilità che sia preso in considerazione». Il che evidentemente non era, visto che secondo i commenti riportati dalla stampa sulle sue interrogazioni o sulle sue prese di posizione «Toto aveva comunque torto, a prescindere».

«Ampia e motivata soddisfazione» è stata espressa da Emilio Nasuti (il primo a seguire Fini in questa avventura) che era presente alla conferenza stampa di Roma, dove si è parlato anche di altre possibili adesioni. Per quanto riguarda l’Abruzzo sono previsti altri arrivi, dopo un momento di blocco per la vicenda Castiglione. Alla conferenza stampa non era presente l’onorevole Giampiero Catone, che risultava irraggiungibile anche al telefono. Ma si pensa che l’organigramma ufficiale della struttura del partito di Fini vedrà Toto coordinatore e Nasuti vice, mentre si annuncia il passaggio a Fli anche di Silvio Tavoletta, assessore della Provincia di Chieti, e di alcuni consiglieri comunali di Chieti sui quali è scattato il pressing della maggioranza Pdl per non indebolire Umberto Di Primio. «Sabato saremo tutti a Perugia per la convention nazionale di Futuro e libertà – spiega Nasuti – poi organizzeremo il partito sia in provincia di Chieti che nel resto dell’Abruzzo. Lavoreremo per un partito frizzante, un centro destra che dovrà correre per le riforme e per il programma elettorale, ormai dimenticato e sommerso dal gossip. I nostri elettori vogliono fatti e non solo annunci o pettegolezzi».

Sebastiano Calella 03/11/10 15.43