Nuovo reparto mobile Polizia: «mancano i soldi, confidiamo nel ministero»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1223

PESCARA. Un nuovo reparto mobile della Polizia di Pescara è in progetto ma mancano i soldi. Il sindaco di Pescara incontrerà gli organi del ministero e i vertici della polizia per ottenere uno stanziamento.
«L'istituzione di un Reparto Mobile della Polizia di Stato a Pescara rappresenta una evidente priorità», ha spiegato il sindaco D'Alfonso.
Tre le ipotesi alternative presentate alla questura: una in via Pantini, la seconda presso la Fornace Tinaro o la soluzione Fontanelle.
Per la polizia l'ultima opzione è quella che convince di più e così il Comune ha cominciato ad elaborare uno schema progettuale che deve essere affinato recependo ulteriori indicazioni della Questura.
«L'unico problema», spiega D'Alfonso, «è che non mi risulta in alcun modo che il ministero dell'Interno abbia disposto fondi per la realizzazione della sede».
Nei prossimi giorni il sindaco incontrerà rappresentanti del Governo e della Polizia per recuperare dei fondi e confida nell'interessamento della situazione anche dei parlamentari abruzzesi.

12/05/2007 9.55