Strade sicure: il Consiglio comunale vota un appello all’Onu

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1146

FOSSACESIA. Il Sindaco di Fossacesia Enrico Di Giuseppantonio risponde all’appello del Presidente dell'Automobile Club d'Italia (ACI), Franco Lucchesi, e riunisce il Consiglio comunale il prossimo 23 aprile con all'ordine del giorno il tema della sicurezza stradale. ANCHE PERETO(AQ) HA ADERITO ALL'INIZIATIVA
La data del 23 aprile non è stata scelta a caso. Essa, infatti, coincide con il giorno di inizio della "Settimana Mondiale sulla Sicurezza Stradale", durante la quale la Fia Foundation e gli Automobile Club nel mondo lanceranno la campagna “Strade sicure - make roads safe” che ha lo scopo di ottenere il coinvolgimento delle Nazioni Unite e del G8 sul tema della sicurezza stradale.
Il Sindaco, in qualità di Presidente del Consiglio comunale, proporrà all'assemblea civica l'approvazione della petizione promossa da ACI e FIA - Federation Internationale dell'Automobile, per appoggiare l'iniziativa, al fine di sollecitare una risoluzione dell'Assemblea Generale dell'ONU. La raccolta di firme, che coinvolge le amministrazioni e i cittadini in tutto il mondo, sarà presentata al Segretario Generale dell'ONU, in occasione della 62A Assemblea Generale delle Nazioni Unite del novembre 2007.
La Settimana Mondiale della Sicurezza Stradale rientra nel piano quadriennale di iniziative ed interventi dell'ACI in vista del raggiungimento anche in Italia dell'obiettivo europeo del 2010 di ridurre del 50% le vittime della strada e mira a rilanciare a livello politico internazionale una questione che è rappresentabile con i seguenti dati: 1.200.000 morti sulle strade nel mondo ogni anno, quanti quelli provocati da tubercolosi o malaria; 50.000.000 feriti sulle strade nel mondo ogni anno, di cui un numero impressionante permanenti. Ciò significa che ogni sei secondi una persona resta uccisa o menomata e ogni tre minuti muore un bambino per incidente stradale.
Con la petizione “Strade sicure - make roads safe”, ACI e FIA - Federation Internationale dell'Automobile chiederanno all'Assemblea Generale dell'ONU di adottare una Risoluzione che promuova azioni concrete per ridurre gli effetti dell'incidentalità stradale nel mondo, in particolare nei Paesi a medio e basso reddito, e che sostenga le seguenti azioni:
• supportare un piano d'azione globale decennale del valore di 300 milioni di dollari per migliorare la sicurezza stradale nei Paesi in via di sviluppo;
• chiedere alla Banca Mondiale e ad altri principali donatori di garantire che almeno il 10% degli stanziamenti per lo sviluppo delle infrastrutture stradali sia destinato alla sicurezza;
• appoggiare l'idea di organizzare un Summit interministeriale mondiale, patrocinato dalle Nazioni Unite, al fine di concordare azioni politiche ad alto livello volte a contrastare le morti sulle strade nei Paesi in via di sviluppo.

17/04/2007 9.00


ANCHE PERETO(AQ) HA ADERITO ALL'INIZIATIVA


Anche il piccolo comune ai confini del Lazio ha votato in consiglio comunale la sua piena adesione all'iniziativa dando il suo importante contributo per una causa che sta impegnando numerosissime istituzioni locali europee.