Comune: fuori l’assessore Giannunzio, dentro Leonardis

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

839

L’AQUILA. L’assessore del Comune dell’Aquila, Ugo Giannunzio, ha comunicato al sindaco le sue dimissioni dalla Giunta.
Al suo posto, Tempesta ha nominato Gaudenzio Leonardis, in passato primo cittadino di San Demetrio (L'Aquila).
Leonardis ha ottenuto le stesse deleghe precedentemente assegnate a Giannunzio, e cioè Attuazione del programma e Rapporti con lo Stato, la Regione, la Provincia, le Commissioni e i Gruppi consiliari.
«Ho accettato molto volentieri l'incarico», ha commentato il neo assessore, «in quanto mi è sembrato doveroso, per aver studiato e insegnato per 30 anni all'Aquila, dove peraltro sono nati, hanno studiato e lavorano i miei figli, restituire a questa città quanto mi è possibile – in termini di esperienza amministrativa –, sia pure in un così breve lasso di tempo.
Inoltre, ho accettato la nomina perché, come Socialista, ritengo che anche nella Città capitale d'Abruzzo possa continuare a vivificarsi l'idea di libertà, solidarietà e giustizia sociale, al di là e al di sopra delle dolorose divisioni che lacerano i Socialisti».
Per Leonardis la nomina ad assessore dell'Aquila di un “Sandemetriano” vuole essere «un segnale forte per chi governerà il capoluogo nel prossimo futuro: le sorti della città-territorio, infatti, non possono prescindere dal coinvolgimento del comprensorio aquilano. Se ancora vi è una speranza di riaffermazione del ruolo dell'Aquila, è necessario che anche le comunità della conca aquilana partecipino attivamente e concretamente alle politiche e alle decisioni amministrative del capoluogo».

12/04/2007 8.00