Dimissioni sindaco La Civita «entro una settimana riunione Margherita»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

854

SULMONA. «Esprimo la mia personale solidarietà e quella de La Margherita intera al sindaco dimissionario di Sulmona La Civita, un amministratore che ha finora ben operato per il proprio territorio. Proprio per tale ragione, invito tutte le forze politiche della coalizione di centro-sinistra a ritrovare unità e compattezza e riprendere il cammino interrotto, consentendo al sindaco La Civita di portare a normale conclusione l’attuale legislatura». E’ questo l’invito rivolto quest’oggi dal Segretario Regionale de La Margherita, l’onorevole Giorgio D’Ambrosio, agli alleati di Governo, intervenendo sul ‘caso’ Sulmona.
«Dopo quanto accaduto nell'amministrazione comunale di Sulmona, in cui il primo cittadino si è trovato a non poter più contare, all'improvviso, sulla propria maggioranza – ha spiegato il Segretario regionale del partito –, esprimo la totale solidarietà politica al sindaco La Civita. Il lavoro fin qui portato avanti dall'uomo e dall'amministratore ha dimostrato di saper dare buoni frutti. Per questo invito tutti a ritrovare la calma e a riprendere il cammino di Governo, sollecitando lo stesso sindaco a ritirare le proprie dimissioni. Esprimo totale contrarietà a un ipotetico ritorno anticipato alle urne per Sulmona, una decisione che non verrebbe compresa dallo stesso elettorato, e che soprattutto, sarebbe controproducente per l'intera Valle Peligna che sta attraversando un momento di profonda crisi e ha bisogno di un'amministrazione stabile e forte».
Per superare tale momento di stasi, il Segretario regionale de La Margherita, l'onorevole D'Ambrosio, ha chiesto «la convocazione, entro questa settimana, di un incontro tra tutti i capigruppo consiliari al Comune di Sulmona e tutte le segreterie provinciali e regionali di Udeur, Ds, Socialisti e Margherita, affinchè tutti i consiglieri comunali di maggioranza tornino a garantire il proprio sostegno all'amministrazione La Civita, se necessario anche ridisegnando l'assetto della giunta, tenendo conto della composizione stessa dei gruppi consiliari. In questo caso, ovviamente, dovrà essere sottoscritto da tutti un accordo elettorale di collaborazione che consenta al sindaco La Civita di riprendere il lavoro interrotto, di governare con tranquillità, potendo contare su una maggioranza unita, e di portare avanti sino in fondo la legislatura, ossia sino alla scadenza naturale del mandato prevista per il 2009».

11/04/2007 10.52