Il parco Riviera sud sparito. Il Comune nega:«800mila euro per il progetto»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1160

PESCARA. I consiglieri comunali Carlo Masci e Berardino Fiorilli, insieme al consigliere di circoscrizione Piero Stanchi si domandano che fino abbia fatto il progetto di realizzare un parco sul lungomare sud. L'assessore Mancini assicura: «sono stati destinati già soldi per quel progetto. Siamo in fase di analisi»
«Dov'è finito il grande spazio verde di 33mila metri quadri a due passi dal mare?»
«Tra l'angolo con via Pepe e via Vespucci», ha spiegato Masci, «starebbero per partire i lavori per la sistemazione del lungomare e del marciapiedi, sul solo lato monti, ma non si conosce bene il contenuto del progetto. Tra l'altro i lavori dovrebbero essere appaltati a breve, come annunciato dal sindaco D'Alfonso in una lettera inviata ai cittadini».
Masci e Fiorilli hanno ricordato che la proposta del gruppo di Pescara
futura era stata accolta favorevolmente a dicembre 2005 dal consiglio comunale che aveva approvato all'unanimità una mozione.
«La riviera Sud», ha detto Fiorilli, «è sempre stata considerata la Cenerentola, e adesso si rischia di veder sfumare anche questa opportunità e l'opera che l'amministrazione intende realizzare rischia di non trasformare in meglio la città, ma di rappresentare una spesa inutile, come già accaduto in altri casi»

LA RISPOSTA DELL'ASSESSORE ARMANDO MANCINI

L'Assessore Mancini placa gli animi e assicura: «sono già stati destinati 800.000 euro in bilancio per la futura messa in opera di questo intervento, che prevede la realizzazione di un'ampia area verde con percorsi ciclopedonali sul lato mare, e il trasferimento della carreggiata destinata al flusso veicolare sul lato monti, attraverso lo spostamento dello spartitraffico».
Al momento il Comune «sta svolgendo», spiega ancora l'assessore, «una serie di rilievi e di valutazioni che ci permettano di individuare una soluzione che consenta di salvaguardare la vegetazione esistente, evitando di dover eliminare le palme presenti sul lungomare e, in secondo luogo, di realizzare una carreggiata non a due ma bensì a quattro corsie, in modo da consentire un accesso rapido e funzionale al porto turistico e al porto passeggeri».
Quanto ai lavori già messi a bando per la valorizzazione urbana del tratto di riviera da Piazza Caduti del Mare fino all'altezza con via Vespucci, «si tratta di un intervento perfettamente compatibile con le future previsioni di rimodulazione del lungomare e con il quale si provvederà esclusivamente alla realizzazione dei nuovi marciapiedi sul lato monte, all'installazione dell'impianto di pubblica illuminazione, e alla messa in opera degli elementi di arredo urbano».
28/03/2007 9.41