Caso Quarta. Ecco il documento della richiesta dell’auto blu

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2358

Caso Quarta. Ecco il documento della richiesta dell’auto blu
IL DOCUMENTO. ABRUZZO. La richiesta di un' auto di servizio presentata da Lamberto Quarta è stata da più parti contestata. Ormai il fido di Del Turco non può più fare un passo senza che qualcuno non alzi un polverone sul suo ruolo o il cumulo di cariche.


LEGGI IL DOCUMENTO


L'antagonista più agguerrito è sempre lui, lo stoico Mario Amicone dell'Udc che si è preso a cuore la vicenda del sottosegretario all'attuazione del programma e non se ne fa scappare una.
La richiesta ufficiale di Quarta è stata protocollata lo scorso 25 gennaio e si possono leggere chiaramente le motivazioni: «rilevanti compiti di carattere istituzionale» e il «continuo esercizio di funzioni di carattere rappresentativo».
La vettura, che come avrebbe riferito lo stesso richiedente, non è ancora arrivata sarebbe però stata chiesta con «estrema urgenza».
«Considerato che le funzioni istituzionali», si legge ancora nel documento, «comportano il frequente spostamento presso organi ed enti, anche di rilievo costituzionale, ubicati in altre città» si richiede appunto la vettura in questione.
Non c'è ombra dell'autista, come aveva "malignato" Amicone né si capisce se in futuro ci sarà o se sarà lo stesso Quarta a mettersi al volante.
Possibile?
Non si sa. Quello che è certo è che il sottosegretario ha espressamente richiesto una «Alfa Romeo 159, 1900 Jtd Progression», con tanto di «navigatore satellitare e carrozzeria metallizzata».
«In considerazione delle peculiari ragioni d'urgenza», ha sottolineato ancora il braccio destro di Del Turco, si chiede «di voler interessare, con ogni possibile urgenza, il dipendente servizio appalti pubblici e contratti» affinchè il tutto avvenga «nel più breve tempo possibile».

IL CASO FINISCE ALLA CORTE DEI CONTI
 

L'ANNUNCIO DI AMICONE
 

AMICONE CHIEDE SPIEGAZIONI, DEL TURCO NON RISPONDE
 

15/03/2007 10.11