Aptr, Confocommercio:«trasformiamo l'agenzia in vero braccio operativo»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

765

ABRUZZO. «Una modifica che renda l'Aptr, l'agenzia di promozione turistica regionale, un autentico braccio operativo delle strategie turistiche regionali in grado di recepire le istanze del territorio e di metterle in pratica secondo logiche e procedure tipiche dell'imprenditoria privata».
La richiesta arriva dalla Confcommercio Abruzzo e da Federalberghi che stanno spingendo in questi giorni per un «tavolo di confronto urgente» con l'assessore al Turismo Enrico Paolini «per addivenire in tempi brevi alla revisione della legge regionale che regola le funzioni dell'agenzia».
Proprio in queste settimane l'Aptr sta aspettando di conoscere il nome del nuovo presidente, dopo le dimissioni di Carlo Costantini.
Un nuovo nome che fatica ad arrivare perché la maggioranza è divisa.
La Confcommercio e Fedaralberghi si augurano che si arrivi almeno «entro giugno alla completa stesura della nuova legge sull'Agenzia:
«chiediamo la costituzione immediata di una commissione che ci coinvolga direttamente, quale associazione maggiormente rappresentativa degli operatori del turismo abruzzese. In tal modo», viene evidenziato, «sarà possibile riunire attorno ad uno stesso tavolo i rappresentanti delle istituzioni regionali e degli operatori al fine di avviare un confronto fattivo che possa partorire una legge finalmente al passo con i tempi alla stregua di quanto già attuato a livello nazionale con la trasformazione dell'Enit da "Ente" in "Agenzia"».



 «IL NUOVO PRESIDENTE APTR SERVE DAVVERO?»
 


08/03/2007 11.55