Mazzocca ha incontrato i sindacati: «disponibilità su ticket per diagnosi»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

951

ABRUZZO. Si sono incontrati ieri le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl, Uil, Ugl e le associazioni sindacali di categoria dei medici di famiglia ed ospedalieri con l'assessore alla Sanità, Bernardo Mazzocca.
Le parti sociali hanno avanzato una proposta alternativa ai Ticket Farmaceutici, impostata sull'individuazione, mediante l'attiva cooperazione dei medici, di ulteriori risparmi «che concorrano a riassorbire», hanno spiegato, «il disavanzo pregresso della spesa farmaceutica regionale, che le misure già adottate hanno rimesso in linea o sull'utilizzo di somme rivenienti dal Fondo Globale del Bilancio Regionale».
L'Assessore ha assunto l'impegno di portare formalmente alla discussione della Giunta Regionale la proposta delle parti sociali, che saranno riconvocate quanto prima per una risposta definitiva.
Le parti hanno concordato inoltre di impegnare il tavolo tra l'assessore, i sindacati e le associazioni dei Medici e delle altre Professionalità del Servizio Sanitario Regionale sui temi dei Ticket per la Diagnostica e il Pronto Soccorso, «per ridurre gli impatti negativi della problematica in via di affidamento alle Regioni».
In particolare l'assessore Mazzocca ha ribadito l'importanza della delibera di Giunta, approvata nell'ottobre scorso, sulle prescrizioni farmaceutiche sottolineando che «tale atto ha realizzato una decisa e chiara inversione di tendenza rispetto alla spesa farmaceutica producendone un consistente risparmio». Lo stesso assessore «riferirà alla Giunta regionale in relazione alle proposte eventuali di misure alternative per la copertura del deficit del 2005, tenendo conto anche dell'esame che su questi provvedimenti sta svolgendo il tavolo di monitoraggio nazionale, già convocato per la prossima settimana, al Ministero della Sanità»

MELILLA: TICKET SUI MEDICINALI, UNA POSSIBILE VIA D'USCITA

Una possibile via d'uscita sui ticket farmaceutici viene lanciata dal consigliere regionale Gianni Melilla. «Sicuramente» dice il consigliere Ds «i sindacati hanno ragione nel battersi contro i ticket sui medicinali recentemente decisi dalla Regione a seguito della legge finanziaria. L'assessore regionale Bernardo Mazzocca ha comunque motivato tale scelta nell'ambito di una chiara e giusta azione di contenimento della spesa farmaceutica abruzzese, e di una proposta organica – presentata al tavolo nazionale – di rientro dal pesante deficit sanitario ereditato da anni di malgoverno regionale della spesa sanitaria».
«A questo punto» spiega Melilla «per arrivare ad un'intesa con i sindacati, la via è quella di individuare nuove risorse da una cooperazione con i medici di famiglia, e di recuperare la differenza utilizzando le risorse derivanti dal Fondo globale del bilancio della Regione, con una legge regionale che aumenti la quota a favore del Fondo sanitario regionale».
«Del resto, quei fondi sono stati reperiti utilizzando l'addizionale Irpef che va destinata alla sanità. Poiché la somma richiesta non è "eccessiva" (la stima è di 4 milioni di euro)» conclude Melilla, «non possono esservi alternative ad un accordo con i sindacati dei pensionati e con le confederazioni».

07/02/2007 11.37