Nuova delega per il Teatro Marrucino, è polemica

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1156

Nuova delega per il Teatro Marrucino, è polemica
CHIETI. Il sindaco di Chieti Francesco Ricci ha deciso di istituire una delega al Teatro Marrucino, assegnata al consigliere Comunale Raimondi. La decisione è stata aspramente contestata dal consigliere Regionale della Dc, Bruno Di Paolo.
«Ancora una volta il sindaco palesa la volontà di cementare il consenso accordatogli dai partiti della maggioranza anche a costo di decisioni che vanno contro l'interesse della città».
Secondo Di Paolo l'assegnazione dell'incarico «non era affatto necessaria, dal momento che la gestione del Teatro è regolarmente delegata ad un consiglio di amministrazione.
«Si ha l'impressione», prosegue il consigliere, «che il primo cittadino goda nel veder naufragare la nave, visto che di fronte alla grave situazione debitoria in cui versa il Teatro - un milione e mezzo di Euro di passivo nel bilancio 2005 – anziché cercare di porre rimedio ad una situazione ormai prossima al collasso, si preoccupa di accontentare un esponente di rilievo del primo partito della maggioranza».
Di Paolo si chiede se non sarebbe meglio «più che creare l'ennesimo strapuntino», assicurare un supporto concreto da parte del Comune ad un Teatro di Tradizione, «che rappresenta forse l'unico vero gioiello della città».

11/01/2007 16.03