L’Ugl in piazza contro i ticket

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1202

ABRUZZO. “Sanita' al servizio dei cittadini”.
Questo lo slogan della manifestazione regionale della Ugl che si terrà venerdì 19 gennaio a Pescara contro l'inasprimento fiscale a danno degli abruzzesi.
Secondo il sindacato, il “Pacchetto Sanità” varato dalla Giunta Regionale non riscrive le regole del gioco nel senso che la Ugl da tempo indica come unica vera soluzione, cioè una Sanità non “schiava” dei vari interessi ma una Sanità “serva” solo dei cittadini.
«Il bilancino usato per tacitare ora il pubblico, ora il privato, ora i Sindaci, ora i Partiti di riferimento», ha spiegato il segretario regionale, Geremia Mancini, «rischia di ripercorrere antiche strade con altrettanto antichi errori e con il risultato di riprodurre debiti su debiti che poi i cittadini abruzzesi saranno costretti a ripianare. Occorreva anche in questo caso una reale concertazione che potesse produrre un provvedimento libero e soprattutto utile alla comunità, invece assistiamo al solito inutile e colpevole balletto dei distinguo, per i quali o tutto è giusto o tutto è sbagliato. Per questo aldilà delle nostre più precise e puntuali osservazioni su un pacchetto che vorremo conoscere meglio e nel dettaglio, confermiamo la nostra assoluta indisponibilità ad accettare pressioni di natura fiscale sui cittadini e sui lavoratori abruzzesi frutto di altrui colpe su cui attendiamo si faccia luce e chiarezza».
E Mancini insiste: «nessun provvedimento sulla Sanità può definirsi realmente serio se prescinde dal far chiarezza sulle reali motivazioni che hanno prodotto un debito inaudito a fronte di un servizio spessissimo inadeguato. Per questo a Pescara chiederemo non solo di realizzare finalmente una Sanità solidale e di qualità sulla quale nessuno più, ed in alcun modo, possa colpevolmente speculare. Al Presidente Del Turco questo chiederemo nella speranza che le nostre richieste non cadano nel vuoto».

11/01/2007 8.38