D'Alfonso dice no ai 10mila euro per l'associazione dei commercianti

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1003

PESCARA. Nuova mazzata per i commercianti di Porta Nuova che dopo i disastri causati dal traffico e dallo smog aspettavano un "aiutino" dal Comune.
In questi mesi anche il sindaco Luciano D'Alfonso aveva promesso sostegno alle attività della zona, ma al primo tentativo del centro destra di contribuire allo sviluppo della zona è arrivato il netto rifiuto della maggioranza.
La proposta è arrivata dalla coalizione di centro destra (Pescara Futura, Forza Italia, Udc, An e Pdc) ma è stata bocciata ieri in consiglio comunale.
«E' stato bocciato dal centro sinistra», racconta Carlo Masci di Pescara Futura, «l'emendamento all'assestamento di bilancio che prevedeva un contributo di 10 mila all'associazione "Commerciando in via D'Avalos"».
L'emendamento a firma del centro destra «intendeva sostenere lo sviluppo e le iniziative di tutto il commercio della zona di Porta Nuova. Si e' astenuto dal voto il presidente della commissione commercio, mentre il sindaco Luciano D'Alfonso «ha espressamente votato no».
«Ancora una volta i consiglieri di centro sinistra prima mettono in difficoltà i settori produttivi della nostra citta', poi promettono sostegno alle loro attività ed infine non mantengono gli impegni presi».

02/12/2006 10.29