«Riparte l'Italia», lunedì Alfredo Reichlin a Pescara

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1274

PESCARA. Alfredo Reichlin, uno dei principali protagonisti della vita politica politica, già direttore dell'Unità e attualmente presidente del Cespe, componente della Direzione nazionale dei Democratici di sinistra, sarà lunedì a Pescara, alle ore 16,30 nella Sala consiliare del Comune, per partecipare all'iniziativa «Riparte l'Italia» sull'attuale situazione politica in particolare sulla legge Finanziaria dello Stato.
Reichlin, intellettuale di primo piano nella sinistra italiana, discuterà anche della costruzione del Partito democratico di cui è uno dei fautori.
«Abbiamo invitato il compagno Reichlin» dice Massimo Sfamurri, segretario della Federazione provinciale dei Ds di Pescara, «in quanto pone, con la sua indiscussa autorevolezza, la questione vera del dibattito di queste settimane, ovvero della costruzione di un partito nuovo, che metta insieme i riformismi del Novecento, coinvolgendo quell'elettorato che non si riconosce direttamente degli attuali partiti e capace di durare diversi decenni, almeno un secolo. Un partito che metta al centro del suo agire la trasformazione della società italiana in questa delicata fase di transizione, un partito radicato e di massa che coinvolga la grande parte dell'area culturale e politica del centrosinistra e che sia il timone riformista in Italia e rappresenti in Europa una svolta che metta insieme la famiglia socialista con quella liberaldemocratica. Un partito» conclude Sfamurri «che possa governare la globalizzazione e i grandi mutamenti storici».
Alla manifestazione alla quale fra gli altri parteciperanno la segretaria regionale dei Ds Stefania Misticoni, gli amministratori, i sindaci e l'intero quadro dirigente del partito, sono state invitate tutte le associazioni che sono interessate al progetto del Partito democratico, e in particolare i rappresentanti di Margherita, Sdi e Italia dei Valori.

NOTA BIOGRAFICA
Alfredo Reichlin è uno dei massimi dirigenti della sinistra italiana. È stato direttore dell'Unità, parlamentare per diverse legislature e autorevole dirigente del Pci. È stato uno dei principali ispiratori della politica della sinistra sulla questione meridionale. Deputato nazionale fin dal 1953, durante gli anni Settanta entra nella Direzione nazionale del partito collaborando gomito a gomito con Enrico Berlinguer. Sostenitore della svolta della Bolognina, ha seguito la trasformazione del Pds in Ds ed ora è uno dei principali animatori culturali e politici della discussione sulla costruzione del Partito democratico.


10/11/2006 15.43