Consiglio comunale straordinario, è bufera su tempi e modalità

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

844

POPOLI - Oggi, venerdì 27 ottobre alle ore 11.30, si terrà, il tanto atteso consiglio comunale straordinario su richiesta dei Consiglieri di minoranza (Mario Giuseppe Lattanzio, Frediano Cafarelli, Maria Laura Morì, Cristian Salutari e Roberto Salari) relativo alla crisi del polo sanitario di Popoli (Ospedale, Terme e CR di via D'Ascanio).
«Il Sindaco e la Giunta di Popoli», denunciano i consiglieri di minoranza, «sono rimasti zitti ed nermi nei confronti della sciagurata politica sanitaria attuata dall'attuale Giunta di sinistra della Regione Abruzzo. Contestiamo, inoltre, sia l'orario fissato dall'attuale maggioranza al Comune di Popoli per lo svolgimento del suddetto Consiglio (ore 11.30) perché, secondo noi, penalizza fortemente la cittadinanza ad intervenire, sia il luogo di svolgimento dello stesso che, per ragioni di evidente opportunità, doveva essere la Struttura Ospedaliera interessata al problema».
Secondo i consiglieri «tutto ciò si conferma antidemocratico ed irrispettoso nei confronti di tutti i cittadini e, pertanto, il gruppo di minoranza «Coerenza e Libertà, firmatario della presente, esprime il proprio sdegno per la leggerezza e la superficialità con la quale viene affrontata, dall'attuale maggioranza al Comune di Popoli nonché dall'attuale Giunta Regionale, la questione suesposta che comporta gravi problemi a livello socio - economico ed occupazionale e rischia, quindi, di compromettere, seriamente, la dignità e la libertà economica dei lavoratori direttamente interessati e, comunque, di tutta la Città».

27/10/2006 8.18