Chieti. Nel consiglio di amministrazione Ater entra Micucci, sindaco di Rapino

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1102

L'Assemblea dei sindaci del Chietino, convocata 12 ottobre dall'Assessore Regionale Mimmo Srour, ha eletto Rocco Micucci, sindaco di Rapino, rappresentante nel Consiglio di Amministrazione dell'Ater di Chieti, di cui era vicepresidente prima della legge regionale sullo Spoil System.
La votazione ha visto prevalere Rocco Micucci, con 15 voti favorevoli, rispetto al candidato del centro sinistra dott. Antonio D'Aristotile Sindaco di Vacri, che ha ricevuto 9 voti, sponsorizzato fortemente dal Presidente della Provincia Tommaso Coletti.
«Vorrei ringraziare i colleghi che hanno espresso il loro consenso alla mia persona e hanno voluto così dare un segnale forte di disapprovazione della legge regionale sullo spoil system», ha detto Micucci, «che ha interrotto prepotentemente un mandato regolarmente assegnato. Scegliendo di dare continuità alla esperienza da me acquisita come Vicepresidente, credo si sia voluto affermare anche la non condivisione delle recenti modifiche alla legge regionale che disciplina le Ater, e che ha ridotto solo la rappresentanza dei Sindaci all'interno dei consigli, in nome del risparmio. Tenendo conto che i Sindaci sono coloro che più direttamente hanno consapevolezza delle problematiche del territorio e sono a diretto contatto con i cittadini e gli utenti , non è comprensibile perché si sia voluto ridurre la rappresentanza dei Sindaci, lasciando inalterate quelle indicate dai partiti e dalle lobby della politica. Se poi si pensa che le modifiche sono state proposte dall'Assessore Regionale Srour, che è stato per due legislature Sindaco, appaiono ancora più incomprensibili».
«Darò tutto il mio apporto al nuovo Consiglio», ha concluso Micucci, «affinché si possano affrontare coscientemente le problematiche relative alla casa, cercando di non far disperdere quanto di buono fatto negli anni precedenti. Naturalmente assicuro la mia disponibilità a tutti i colleghi Sindaci per dare soluzioni concrete alle esigenze delle loro comunità».

16/10/2006 9.29